StanzaScirocco Occhi di donna

StanzaScirocco Occhi di donna Cara LidiaMia, anche oggi è stata una giornata di pioggia. Chissà se piove anche dove stai tu, chissà come ti sei svegliata stamattina…

StanzaScirocco Occhi di donna


Cara LidiaMia,
anche oggi è stata una giornata di pioggia. Chissà se
piove anche dove stai tu, chissà come ti sei svegliata
stamattina, chissà quali sono i tuoi pensieri durante il
giorno. Chi ti guarda negli occhi? Cosa ti tiene distante da
me?
Perchè continuo a sentirti, ostinatamente, perchè
continuo a sapere che sei lontana ma vicina?
Perchè entrando in questa Stanza dello Scirocco continuo a
rivederti sdraiata sul nostro letto, perchè quell’immagine
non svanise dalla mia memoria? Per quale ragione sono condannato a
te senza che io possa vedere neppure una catena?
Ho passato tutto il giorno a chiedermi queste cose, ho trascorso
questa lunga giornata di pioggia sistemando la locanda in maniera
distratta, senza sapere bene cosa stessi facendo. Sofia, l’ospite
scrittrice mi ha seguito con gli occhi tutto il giorno. Non ci
siamo scambiati neppure una parola. Avrei voluto dirle di
smetterla, ma invece mi piaceva essere osservato. Due occhi che ti
seguono ti permettono di non perderti, di non scivolare, di avere
un contegno…
Perdonami LidiaMia, forse è la pioggia a rendermi
così malinconico, forse è questa luce innaturale che
continua ad esserci sull’isola, forse è la presenza di una
donna interessante che vorrei concedermi di conoscere meglio ma che
mi limito ad osservare. Forse è la tua assenza, forse
è il momento di essere realisti e di rendersi conto che
questa condizione è solitudine senza sconti.
Mi ha chiamato Donna Incoronata per avvisarmi che neppure domani
riuscirà a passare da me a portarmi le marmellate. L’ho
sentita piuttosto allegra, quasi rinvigorita dal dolore. Voi donne
avete una strana maniera di reagire al dolore… reagite per
l’appunto.

Articoli correlati
Racconti OnAir

Ogni venerdì proporremo su queste onde cinque racconti scritti da voi. Continuate ad inviarcene!

IllogicoMuro

IllogicoMuro Il 9 novembre del 1989 crollava il muro di Berlino. Sono passati esattamente 20 anni e la storia non c’ha insegnato niente continuiamo ad innalzare muri su muri giorno dopo giorno sono muri non visibili ad occhio nudo come invece era quello…

IllogicaAlda

IllogicaAlda Alda Merini, poetessa milanese se ne andata. Se ne andata domenica 1 novembre tutti santi. Il giorno prima del giorno dei morti. Del resto la sua poesia era benedetta e vivrà per sempre…

Stanza Dello Scirocco

Ed eccoci ancora insieme LidiaMia. Sono qui nella mia Stanza dello Scirocco, seduto alla scrivania come sempre, con la finestra aperta su questo mare e con Strombolicchio immobile, che mi fissa.

IllogicaAbitudine

IllogicaAbitudine: riadattamento testi di Basilio Santoro da Vincere la Paura del Cambiamento di Jacopo Fo. inserito nel libro L’anticasta di Michele Dotti e Marco Boschini edito da EMI.

IllogicaIkea

IllogicaIkea Riadattamento testi di Basilio Santoro da Vincere la Paura del Cambiamento di Jacopo Fo. inserito nel libro L’anticasta di Michele Dotti e Marco Boschini edito da EMI.

IllogicaGuerraDeiRoses

IllogicaGuerraDeiRoses : riadattamento testi di Basilio Santoro da Vincere la Paura del Cambiamento di Jacopo Fo. Inserito nel libro L’anticasta di Michele Dotti e Marco Boschini edito da EMI.

IllogicoComune

IllogicoComune CHE POI in quel viaggio Pasolini era cronista e poeta. Ci presentava la povertà…