Cosa sappiamo finora del terremoto nell’Adriatico

Un terremoto di magnitudo 5,6 è stato avvertito nelle Marche, in Abruzzo, Puglia, Campania e Lazio. Gli aggiornamenti in tempo reale.

Una scossa di terremoto di magnitudo 5,6 sulla scala Richter è stata registrata sabato 27 marzo alle 14:47 nel mar Adriatico centrale, a una profondità di 5 chilometri. È quanto ha reso noto l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).

Due scosse più lievi hanno seguito la prima. Il terremoto è stato avvertito in diverse regioni d’Italia, tra cui Marche, Abruzzo, Puglia, Campania e Lazio. Nonostante la paura, l’allarme lanciato sui social media e le telefonate ricevute dai vigili del fuoco, per il momento non sono giunte segnalazioni di danni.

“La scossa risulta avvertita dalla popolazione — sottolinea in un tweet il Dipartimento della protezione civile, riferendosi a quella più forte —. La sala situazione Italia è in contatto con le strutture di protezione civile sul territorio”.

Ad aver percepito il terremoto più nettamente sono stati gli abitanti dei piani alti nelle zone costiere.

Articoli correlati