Tutto quello che si può fare riciclando il legno

La seconda vita degli scarti del legno. Tre esempi in cui il legno di risulta ispira le opere di designer e artigiani di tutto il mondo.

Il legno è il materiale più usato dall’uomo. La disponibilità e la facilità con cui il legname viene lavorato aumentano la richiesta di materia prima, distruggendo l’ambiente. Le opere dei designer di tutto il mondo dimostrano che non è necessario abbattere nuovi alberi per circondarsi di oggetti belli, basta saper leggere ciò che ci offre la natura.

 uhuru-design-WONDER-WHEEL©Uhuru Design

Lo studio statunitense Uhuru Design ha scelto di usare il legno riciclato per proporre soluzioni d’arredo che danno una seconda vita agli scarti senza rinunciare alla ricercatezza stilistica. Così nasce la linea Coney Island interamente dedicata alla sostenibilità e all’artigianato locale. Dal recupero del legno usato nel 1940 per la pavimentazione del lungomare newyorkese nasce un’edizione limitata di chaise long e tavolini che reinterpreta la contraddizione dell’architettura “Dreamscape” americana, malinconica e allo stesso tempo dai colori estremamente vivaci.

Eyrie bench, opera del designer olandese Floris Wubben è un pezzo unico di design naturale. In tutte le sue opere Wubben lavora i materiali naturali dando loro una seconda vita, più vicina a quella dell’uomo. Eyrie Chair è una poltrona a forma di nido d’uccello, modellata intrecciando dei rami levigati dalla natura e piegati dal designer con il vapore. Sono le forme dei rami e del legno di risulta a ispirare la forma degli oggetti ideati da Floris Wubben.

Mosaica-front©Eli Chissick

La passione del designer israeliano Eli Chissick è la sostenibilità ambientale. Da qui è nata la collezione Wood-con-fusion. Nelle creazioni di Chissick gli scarti del legno di carpenteria vengono recuperati, frantumati e combinati in un’impiallacciatura a mosaico formata da quasi 2500 pezzi di legno altrimenti destinato a diventare rifiuto. La linea Wood-con-fusion è funzionale, ecologica e impossibile da duplicare.

Articoli correlati
Le barche amiche del mare

Come saranno le barche del futuro? Silenziose, costruite con materiali naturali e alimentate dall?energia del vento, delle onde e del sole. Una breve rassegna, tra presente e futuro.

;