Un potere rilassante

Il termine “stress” indica l’effetto di qualsiasi evento che interferisce con il benessere fisico o mentale. Numerosi gli stimoli che hanno questo potere.

Qualsiasi attività o circostanza che abbia il potere sollecitare emozioni o che sia percepita come minacciosa, o troppo gravosa per la propria potenzialità fisica, è fonte di stress. E’ facile, quindi, ipotizzare come la maggior parte dei disturbi che affliggono l’umanità, sia da imputare al tipo di società in cui viviamo e come, perciò, sia necessario prendersi, periodicamente, delle pause di riflessione.

E’ bene rilevare che lo stress è una risposta non specifica dell’organismo ad ogni stimolo improvviso o prolungato, che alteri le condizioni organiche, ma, sovente, esso può essere superato fisiologicamente senza creare danni eccessivi. Però, quando la funzione di adattamento ne viene compromessa o esaurita, la risposta dell’organismo sarà inadeguata o assente: appariranno allora una serie di disturbi definiti “sindrome da stress” quali stanchezza fisica, ansia, sfiducia, ipoglicemia, abbassamento della pressione arteriosa e insonnia.

Perdurando queste condizioni può instaurarsi una vera e propria “malattia da stress” con infezioni ricorrenti, causate da deficit immunitario, disturbi allergici, aritmie, ipertensione e spesso malattie dell’apparato digerente quali ulcera gastroduodenale, colon irritabile ecc.

Facile è ipotizzare che molti dei disturbi che affliggono l’umanità siano da attribuire al tipo di civiltà in cui viviamo nel mondo occidentale e come sia necessario prendersi, periodicamente, delle pause di riflessione.

Non sempre le persone stressate sono in grado di agire autonomamente e di affrontare da sole il problema della propria crisi. E’ necessario servirsi dell’aiuto di qualcuno o di qualcosa che li induca a prendere coscienza del proprio stato ed a porvi rimedio evitando di cadere nel meccanismo perverso dell’uso e abuso di quegli antidoti che sono peggiori del male quali il fumo l’alcool, spesso le droghe o, in ogni modo, un tipo di vita disordinata che, col passare del tempo, diventa sempre più ingovernabile.

In questi casi il massaggio riflessogeno si presenta come uno dei migliori rimedi. Il suo effetto rilassante ma, allo stesso tempo, tonificante, allenta le tensioni ma agisce anche su quelle reazioni nervose positive che inducono l’organismo a difendersi da solo. Il trattamento, quindi, dovrà essere una giusta associazione di movimenti rilassanti ma, anche, dolcemente tonificanti, al fine di raggiungere quell’equilibrio emotivo che si era temporaneamente scompensato e, inoltre, ristabilire le funzioni organiche spesso alterate proprio da certi comportamenti. Una netta ripresa dei ritmi biologici sarà il primo passo verso una effettiva guarigione.

Articoli correlati
Curare lo stress con il massaggio

Per prevenire e curare senza farmaci le malattie da stress, un medico italiano, Giovanni Leanti La Rosa, ha creato una tecnica di manipolazione corporea punto di incontro tra Oriente e Occidente.

Lo shiatsu e l’aspirina

Che l’ origine sia lo stress, la difficoltà di digestione, le mestruazioni, poco importa: l’aspirina non agisce sulla causa del mal di testa, ma sul sintomo

Massaggiarsi: vantaggi e limiti del fai da te

Non sempre possiamo ricorrere all’aiuto di mani esperte per tonificarci da ritmi e posture faticose. Buona idea, dunque, imparare semplici gesti da applicare su noi stessi per rilassare, ma anche per conoscere e coccolare il proprio corpo.