4 buoni consigli per un anno in salute

Quante volte, all’inizio dell’anno, capita di dire: ok, stavolta mi rimetto in forma davvero. Smetterò di fumare, farò sport, e migliorerò il mio aspetto fisico. Ecco come raggiungere l’obiettivo.

Oltre alla forza di volontà e a qualche sacrificio, vale la pena ricordare che esistono dei farmaci ad hoc che possono essere utili in tal senso, senza per questo intossicare l’organismo. Fra questi, anche i medicinali omeopatici, che possono sicuramente aiutare a prenderci cura di noi, con il vantaggio di non prevedere in genere effetti collaterali e di poter essere assunti anche in concomitanza con altre terapie.

 

Ecco quindi qualche consiglio per rimettersi in forma e in salute

 

1) Depurarsi

Fare un trattamento depurativo è una buona abitudine da mantenere durante tutto l’anno, in particolare se capita di mangiare in maniera più disordinata e meno sana. In questi casi può essere utile CY.TA.FU, un medicinale a base di tintura madre di Cynara scolymus TM (carciofo), Taraxacum officinale TM (tarassaco) e Fumaria officinalis (fumaria). Per almeno un paio di mesi ne vanno assunte 30 gocce, diluendole in un bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno prima dei pasti. Il trattamento va seguito per almeno 20 giorni consecutivi, alternandolo con una pausa di 10 giorni.

 

2) Fare sport

Iscriversi in palestra, iniziare un corso di nuoto, fare jogging dopo il lavoro. Indipendentemente dall’attività sportiva che si sceglierà, l’importante è muoversi! Se a fine allenamento si accusa un po’ di indolenzimento muscolare è meglio assumere subito una dose globuli di Arnica montana 200 CH.  Sia prima che dopo l’allenamento, sono molto utili anche 5 granuli 3 volte al giorno di Arnica montana 5 CH.

 

3) Smettere di fumare

Ci sono diverse opportunità per smettere di fumare, anche se la prima regola è volerlo davvero. Un valido alleato può essere sicuramente la terapia omeopatica, perché permette una presa in carico globale ed è compatibile, per esempio, con i patch. Se, come spesso accade in chi smette di fumare, subentrano irritabilità e nervosismo, si può assumere un complemento nutrizionale come Bi-Optimum Stress, un complemento nutrizionale a base di glicerofosfato di magnesio, taurina e vitamina B6, sostanze che rivestono un ruolo importante per l’organismo, soprattutto in caso di stress psico-fisico. Ne vanno assunte 2 compresse al mattino e 2 la sera, in acqua o triturate in alimento semiliquido come yogurt, miele o confettura.

 

4) Strategie per l’inverno

Freddo e intemperie spesso ci accompagnano fino a marzo, per questo è importante continuare a seguire uno schema di prevenzione dalle malattie invernali. In tal senso, non può mancare Anas barbariae 200 K, un medicinale che aiuta a ridurre la possibilità di ammalarsi anche in soggetti particolarmente sensibili, come i bambini in età scolare e gli anziani. L’intero contenuto della dose va preso una volta alla settimana. Se comunque ci si ammala è bene assumere una dose di Anas barbariae 200 K tempestivamente, ripetendo l’assunzione ogni 6 ore fino a 3 volte al giorno.

 

A cura della dott.ssa Valentina Petitto, farmacista e dottore di ricerca in scienze botaniche
Articoli correlati
Ricerca in omeopatia, il racconto di chi la fa in Italia

La ricerca medico scientifica in omeopatia esiste e porta a risultati concreti. Un contributo alla letteratura scientifica in questo settore arriva dagli studi del Prof. Paolo Bellavite e del suo gruppo, condotti nel corso di molti anni presso l’Università di Verona.

Effetto placebo, l’omeopatia applicata alle piante lo smentisce

Ricerche in laboratorio hanno dimostrato che i vegetali, immuni dall’effetto placebo, se trattati con medicinali omeopatici reagiscono diventando più resistenti e più ricchi di sostanze nutraceutiche. Ce ne parla Lucietta Betti, già ricercatore confermato e docente di patologia vegetale e micologia.