Come muoversi con stile nel pieno centro di Londra

Veloce, sostenibile, economico. Il mezzo per muoversi con stile in centro città esiste e si chiama Airwheel X3.

Vent’anni, studente di economia, inglese scolastico da migliorare. Cosa c’è di meglio di un lavoro estivo a Londra? Sono molti i giovani che scelgono questa soluzione. E se il lavoro è in centro? Per esempio sulla Kensington High Street? Poniamo il caso che si inizi alle 10:00 e il posto non sia comodissimo da raggiungere da casa, soprattutto se si trova tra la terza e la quarta zona in cui è divisa la città. Solitamente ci si impiega un’ora e un quarto, tra autobus e metro, ma a Londra tutti i giorni si spostano quasi 8 milioni di persone, quindi è facile che possa capitare un imprevisto.

 

Arrivare al lavoro in orario sembra davvero una missione impossibile. Eppure una soluzione c’è: AirWheel X3. È un rivoluzionario mezzo di trasporto prodotto da un’azienda americana, l’omonima AirWheel ltd. A prima vista l’oggetto si presenta come una semplice ruota inserita all’interno di una robusta calottina lucida, con una resistente maniglia sul lato superiore. Non ci sono pedali, non ci sono indicatori di velocità, non sembra quasi un mezzodi trasporto. La più grande perplessità nasce dal fatto che quest’attrezzo non abbia alcun modo apparente per fare trazione, ma non si impiega molto per scoprire il suo segreto. Il parafango che riveste la ruota, in un silicone morbido ed elastico e garantisce la massima protezione al conducente, nasconde un motorino elettrico e una centralina che gestisce il movimento con un sistema di bilanciamento a giroscopio, perciò, per mettere in moto la macchina, basta tenere una posizione eretta e spostare il corpo nella direzione in cui si intende andare. Il designer di questo velocipede ha pensato davvero a tutto, non mancano infatti due pedali in alluminio antiscivolo ai lati della ruota per permettere al conducente di poter rimanere nella posizione più favorevole a un buon equilibrio. E di questo se ne ha bisogno, infatti, manca ogni tipo di supporto di stabilità e dunque tutto il peso si concentra nel bassissimo baricentro del mono-ruota. Non è difficile da utilizzare, ma occorre fare un po’ di pratica per prenderci la massima confidenza, dopodiché inizia il divertimento.

 

Non è velocissimo (il modello base riesce a sfiorare i 20 chilometri orari), però si muove molto agilmente e soprattutto ha una buona autonomia. Riesce a percorrere una quindicina di chilometri con un pieno d’energia. La ricarica richiede un’ora con il caricabatteria alimentato a 220V incluso nella confezione. Può trasportare carichi fino a 120 chilogrammi, perciò non ci sono problemi a portare con sé zaini o borse un po’ pesanti, anche se ovviamente all’aumentare del carico diminuiscono velocità e autonomia.

 

airwheel

 

La ruota è studiata per poter viaggiare pure su terreni lievemente sconnessi, e con i suoi 14 pollici di diametro può andar bene benissimo per una breve gita “fuori porta”. L’unità pesa solo 9,8 chili, dunque può anche essere portata sui mezzi pubblici, visto che la sua pratica maniglia permette di tenerlo come se fosse una borsa. Il motorino non disturba, ed essendo elettrico è assolutamente ecologico. Inoltre, ha un aspetto davvero moderno e di tendenza, dalle linee pulite e affascinanti. L’unico neo potrebbe essere la poca disponibilità di colori, infatti l’X3 viene distribuito in due monocromie, bianco o nero.

 

In realtà renderlo più vivace non è assolutamente un problema, perché in vendita si può trovare una vasta scelta di “cover” per la calottina. Con una AirWheel nel traffico di Londra Ho deciso di utilizzarlo per un paio di giorni sui tragitti che ero solito fare in autobus, evitandomi anche un cambio di linea metropolitana, per un mensili, annuali o semplicemente noleggi giornalieri a costi accessibili. Un membro “standard” paga 29 euro per la registrazione e una tariffa per chilometro di 0.55 euro, mentre la tariffa oraria è di 5 euro. Un membro “con priorità” paga 11 euro a trimestre accedendo a diversi vantaggi, quali il prezzo di 0,45 euro al chilometro o 4 euro all’ora. Per i turisti non ci sono costi di registrazione e il prezzo è di 6 euro per ogni ora di utilizzo, oppure 18 euro per il giro turistico.

 

Ultimi dettagli, i requisiti minimi sono il possesso di una patente A1 o B e almeno 21 anni di età. Non ci rimane che aspettare, ma nel frattempo continueremo a girare la città con i già ben avviati mezzi che il comune ci mette a disposizione, siano questi tram, metro, bus o macchine elettriche o bici. Il biglietto da visita, che si può supporre verrà presentato in concomitanza con Expo Milano 2015, sarà il citytour progettato per i turisti. Totale di 6 chilometri su 15.

 

Articoli correlati
Traffico, Londra punta sul pedaggio

Londra, per far fronte al problema dell’inquinamento, ha introdotto un pedaggio per un’area di circa 20 chilometri quadrati, chiamata “congestion charging zone”.