Al mondo restano 5 esemplari di rinoceronte bianco settentrionale

Con la morte di Angalifu, restano solo cinque esemplari di rinoceronte bianco settentrionale in tutto il mondo.

Il rinoceronte bianco settentrionale, una delle due sottospecie del rinoceronte bianco insieme a quello meridionale, è probabilmente estinto in natura secondo l’Unione mondiale per la conservazione della natura (Iucn).

 

Angalifu. Fino al 14 dicembre, al mondo ne esistevano sei esemplari, tre in una riserva naturale in Kenya, uno in Repubblica Ceca e due nello zoo di San Diego, negli Stati Uniti. Ora non più perché proprio lo zoo americano ha annunciato la morte, apparentemente per vecchiaia, di Angalifu, un esemplare maschio di rinoceronte bianco settentrionale di 44 anni.

 

“La morte di Angalifu è una perdita eccezionale per tutti noi. Non solo perché era molto amato al parco ma anche perché la sua morte porta la specie un passo più vicino all’estinzione” ha detto Randy Rieches, una delle responsabili dello zoo.

 

©  Cameron Spencer/Getty Images

Ne restano solo cinque. Con la sua scomparsa gli esemplari rimasti al mondo si contano sulle dita di una mano e le speranze di riuscire a salvare la specie si fanno quasi nulle. A San Diego, Angalifu viveva insieme a Nola, una femmina con cui non è riuscito a riprodursi. Stessa difficoltà riscontrata anche dai tre esemplari (due femmine e un maschio) presenti in Kenya, che non sembrano essere in grado di riprodursi naturalmente.

 

I rinoceronti vengono cacciati dai bracconieri per il loro corno che sta diventando un oggetto sempre più richiesto, e per questo prezioso, per le sue presunte e infondate proprietà curative. Anche il rinoceronte bianco meridionale era sull’orlo dell’estinzione. Secondo il Wwf, c’è stato un momento il secolo scorso in cui ne erano rimasti solo 20, ma le azioni messe in atto per la loro conservazione hanno riportato la popolazione a circa 20mila.

 

Nella foto in evidenza Angalifu © San Diego Zoo/Helene Hoffman
Articoli correlati