Stati Uniti. Milioni di api morte dopo l’uso di insetticidi contro le zanzare

È successo nella Carolina del Sud, dove sono milioni le api decedute dopo una massiccia irrorazione di insetticida per il controllo delle zanzare.

È successo la mattina di domenica scorsa, nella contea di Dorchester, nella Carolina del Sud. Milioni di api sono morte in decine di alveari sparsi in tutta l’area. Non per cause naturali, ma per l‘irrorazione aerea del Naled, un insetticida neurotossico utilizzato per in particolare nel controllo del numero di zanzare.

 

api morte
Api su celle di un alveare.

 

A raccontare la storia è Ben Guarino, del Washington Post, che scrive come domenica mattina, dalle 6.30 alle 8.30 un piccolo aereo abbia sorvolato la cittadina irrorandola con lo spray. Ciò che è accaduto poco dopo lo racconta bene uno dei numerosi apicoltori della zona, dalla pagina Facebook dell’azienda: migliaia di api morte in terra, a pochi passi dagli alveari. Secondo una stima solo in quell’area sarebbero decedute 2,5 milioni di api, di 46 alveari diversi. “Sembrava un cimitero”.

Che cos’è il Naled

L’insetticida è utilizzato negli Stati Uniti dal 1959, principalmente per il controllo delle zanzare adulte, ma viene utilizzato anche su colture alimentari e mangimi, e nelle serre. Secondo l’Epa (Ente per la protezione ambientale americano) però, l’insetticida non ha particolari effetti sulla salute umana, ma sconsiglia allo stesso tempo la diretta esposizione allo spray. Evidentemente sulle api da miele l’effetto sembra essere ben diverso. Uno scienziato della Clemson University ha raccolto dei campioni di terreno per analizzarli e portare delle prove certe di ciò che è accaduto.

moria api

Il problema Zika

Il Sud Carolina è una zona umida dove il problema zanzare viene trattato con l’irrorazione controllata di insetticida per uccidere le zanzare e le loro larve, in particolare per ridurre le possibili infezioni da febbre del Nilo e, più recentemente, da virus Zika. Fino ad oggi nel paese si sono registrati 12 casi di Zika, tutti legati a viaggi dall’estero.

 

Il dipartimento della contea ha confermato in una nota stampa di essere a conoscenza che alcuni apicoltori hanno perduto intere comunità. E conferma che non ci sono altre operazioni programmate. “Dorchester County è preoccupata per la sicurezza dei suoi cittadini”, scrive l’amministrazione. “Ciò include proteggere i cittadini da punture di insetti come le zanzare che trasportano i virus del Nilo occidentale e Zika”.

Articoli correlati
Per proteggere le spiagge salviamo le dune

Senza le dune non esisterebbero nemmeno le spiagge. Ecco perché il progetto europeo Redune sta tentando di salvare parte della fascia litorale veneta, mettendo a dimora oltre 150mila piante.