Investimenti sostenibili

Apple emette un green bond: un miliardo di dollari per l’ambiente

Apple lancia un messaggio forte e chiaro a Trump: con un’obbligazione, raccoglie un miliardo di dollari che userà per l’ambiente e le energie rinnovabili.

Anche Apple cavalca l’onda della finanza verde. E lo fa in grande stile: nella giornata del 15 giugno ha raccolto un miliardo di dollari con l’emissione di un green bond. Tutta questa liquidità servirà per finanziare progetti a sfondo ambientale. Un messaggio chiaro e inequivocabile, che arriva proprio mentre l’amministrazione di Donald Trump volta le spalle all’Accordo di Parigi.

Il green bond di Apple

Il green bond di Apple, che ha scadenza decennale, garantirà agli investitori una cedola del 3 per cento. Lo yield (vale a dire il rapporto tra il tasso di interesse e il prezzo di mercato dell’obbligazione) supera di 82 punti base i titoli di Stato americani con la stessa scadenza.  Il ricavato si aggira intorno al miliardo di dollari. Questo è il secondo green bond targato Apple: il primo risale allo scorso anno.

Nella documentazione presentata alle autorità, il colosso di Cupertino elenca i maxi-progetti che saranno finanziati grazie al green bond: utilizzare maggiormente le fonti rinnovabili, lavorare per l’efficienza energetica delle strutture, dei prodotti e dell’intera filiera, introdurre materiali più sicuri e fare più ricorso al riciclo, svincolandosi ad esempio dalla dipendenza dalle terre rare.

Terre rare
I proventi del green bond serviranno anche per lavorare di più con materiali riciclati, svincolandosi dalla dipendenza dalle terre rare.

Apple si unisce a We are still in

C’è anche Apple tra i firmatari eccellenti di We are still in, l’iniziativa lanciata nei giorni scorsi per ribadire un forte “no” all’uscita degli Stati Uniti dall’Accordo di Parigi, annunciata dal neopresidente Donald Trump. Insieme a lei 125 città, 9 stati federali, 183 università e poco più di 900 aziende, tra cui Amazon, eBay, Allianz, Facebook, Google, Microsoft, Nestlé, Nike, Tesla, Unilever. Soggetti che, messi insieme, rappresentano 120 milioni di americani, che danno un contributo di 6.200 miliardi di dollari all’economia a stelle e strisce. E che si impegnano ufficialmente “per un’azione ambiziosa di lotta ai cambiamenti climatici, malgrado l’assenza del governo federale”.

Apple Tim Cook
Il numero uno di Apple, Tim Cook. Foto © Justin Sullivan/Getty Images

Cosa sono i green bond e quanto valgono

I green bond sono obbligazioni che tecnicamente funzionano come tutte le altre. La differenza sta nel fatto che tutta la liquidità che raccolgono deve essere usata per finanziare un progetto che abbia un impatto positivo per l’ambiente. Questi strumenti finanziari stanno vivendo un successo vertiginoso. Secondo l’ultima edizione del report di Climate Bonds Initiative, il 2016 si è chiuso con un nuovo record di collocamenti, pari a oltre 81 miliardi di dollari a livello mondiale. Un record che si appresta a essere superato, visto che già a metà giugno le emissioni hanno raggiunto i 49 miliardi di dollari e la stima annua supera addirittura i 150 miliardi.

 

Foto in apertura: Andrew Burton/Getty Images

 

Articoli correlati