Beatles sul tetto d’America con Love Me Do

E’ il 30 maggio 1964 quando Love Me Do dei Beatles conquista la prima posizione della classifica statunitense dei singoli

Love Me Do, 45 giri d’esordio dei Beatles pubblicato originariamente nel 1962 in Inghilterra, raggiunge la vetta della classifica Billboard il 30 maggio del 1964, l’anno in cui i Fab Four “conquistano” l’America e danno così il via alla British Invasion. Il brano era stato registrato per la prima volta il 3 settembre del 1962, presso gli studi EMI di Londra.

 

https://www.youtube.com/watch?v=_xuMwfUqJJM&feature=kp

 

Come racconta anche il libro  La Grande Storia dei Beatles di Mark Lewisohn, la genesi della canzone è tutt’altro che facile.  George Martin, originariamente, insisteva affinché How Do You Do It di Mitch Murray fosse la canzone selezionata, nonostante i Fab Four provino quel pomeriggio anche Love Me Do e Please Please MeJohn & Paul volevano a tutti i costi pubblicare le loro composizioni, nonostante il parere contrario di George Martin, che alla fine intuisce le potenzialità – ancora acerbe – di Lennon/McCartney.

 

Quel giorno, il gruppo registra una decina di volte How Do You Do It e una quindicina Love Me Do.La stessa sera George Martin e il tecnico del suono Norman Smith mixano il tutto in modo da poter farlo sentire a Brian Epstein la mattina successiva: per il 45 giri definitivo, i Beatles dovranno attendere di tornare in studio un’ennesima volta, con il batterista turnista Andy White al posto del povero Ringo Starr (relegato alle maracas). Con grande felicità di John & Paul, How Do You Do It viene affidata ad un altro complesso, gli allora sconosciuti Gerry And The Peacemakers. Questi ultimi entrano in possesso della versione dei Fab Four registrata quel giorno e ne copiano l’arrangiamento, facendone un pezzo di grande successo.Al posto di How Do You Do It viene scelta PS I Love You, un altro brano originale.

 

Roberto Vivaldelli

Articoli correlati
Lucio Battisti arriva sulle piattaforme di streaming online

Dopo una battaglia legale (in realtà ancora in corso) sui diritti musicali del catalogo della casa editrice musicale Acqua Azzurra, il liquidatore nominato dal Tribunale di Milano ha annunciato “l’estensione del mandato anche all’incasso dei diritti sul web” di dodici dischi a firma Lucio Battisti-Mogol.

Yoko Ono nel cast del nuovo film di Wes Anderson

Isle of dogs è il titolo del nuovo film d’animazione firmato Wes Anderson. A dare voce ai personaggi, tanti artisti e attori fra cui Yoko Ono, Bill Murray, Tilda Swinton, Edward Norton e Scarlett Johansson.