Expo 2015

Bere vino fa bene al cuore, se si fa esercizio fisico

Uno studio presentato a Barcellona durante il Congresso della società europea di cardiologia rivela che bere vino durante i pasti migliora i livelli di colesterolo nelle persone che fanno attività fisica.

Gustare un buon bicchiere di vino, bianco o rosso, “a cuor leggero” è ancora più facile se si pratica esercizio fisico. Secondo alcuni ricercatori dell’University Hospital di Olomouc, in Repubblica Ceca, infatti, il vino dona i maggiori effetti benefici cardiovascolari proprio alle persone che fanno sport, o che comunque praticano attività fisica durante la settimana. 

 

Lo studio, coordinato dal professor Milos Taborsky, è stato compiuto su 146 persone con rischio cardiovascolare da lieve a moderato, a cui stato chiesto, in modo casuale, di bere una quantità moderata di vino cecoslovacco della stessa annata e della stessa regione: metà del gruppo ha assunto Pinot Nero (rosso), l’altra metà Chardonnay (bianco).

A entrambi i gruppi è stato inoltre chiesto di compilare un questionario periodico sull’esercizio fisico praticato e sull’eventuale assunzione di farmaci. I ricercatori hanno definito il consumo moderato secondo gli standard dell’Organizzazione mondiale della sanità: 0,02 L per le donne e 0,03 L per gli uomini, non più di cinque volte alla settimana.

 

brindisi

© www.hopeathome.com

 

Al termine del test in nessuno dei due gruppi è stato registrato un incremento del colesterolo “buono” (HDL), ma entrambi i gruppi hanno mostrato un leggero calo di quello “cattivo” (ldl) . Solo nei bevitori di vino rosso c’era stata una diminuzione del colesterolo totale.

 

”L’indicatore principale dell’effetto protettivo sul cuore è l’aumento del colesterolo HDL, quello ‘buono’ quindi possiamo concludere che né il vino bianco né il rosso hanno un impatto. L’unico risultato positivo e continuo in questo senso si è avuto nel sottogruppo di pazienti che ha praticato più esercizio fisico, almeno due volte alla settimana, e ha assunto vino nelle quantità richieste. In questo gruppo il colesterolo ‘buono’ aumenta mentre quello ‘cattivo’ e quello totale diminuiscono con entrambi i tipi di vino”, ha precisato il professor Taborsky.

 

Taborsky ha poi ammesso che sono necessarie ulteriori ricerche per scoprire come la strana coppia vino e attività fisica lavori in sinergia.

Articoli correlati