Ogm

BIO contro OGM: qualche curiosità sugli ogm

Bio contro OGM : le compagnie di assicurazioni americane si sono rifiutate di assicurare i produttori di Ogm dai disastri ambientali dovuti a loro rilascio nell’ambiente.

Ogm

BIO contro OGM .

È esattamente così. Questo la dice lunga su tutte le
garanzie date da scienziati e multinazionali sulla sicurezza del
rilascio degli Ogm.

Il rifiuto è dovuto alla convinzione che l’industria manchi
dl una scienza che accerti i rischi! In effetti la scienza
dell’accertamento dei rischi genetici è ancora ad uno stadio
di sviluppo embrionale. Gli stessi biologi molecolari che operano
manipolazioni genetiche sono poco sensibili a svilupparla. In
aggiunta enti ufficiali statunitensi, come Epa, stanziano cifre
irrisorie al riguardo (1-2 miliardi di vecchie lire l’anno).

Nella mensa aziendale della Monsanto niente Ogm

Una delle notizie più esilaranti comparse recentemente sulla
stampa riguarda la Monsanto. Sembra una barzelletta: in un
comunicato esposto nella mensa aziendale della Monsanto in Gran
Bretagna, a High Wybombe, Buckinghamshire, la ditta che fornisce i
pasti ha reso noto di “…eliminare per quanto possibile l’impiego
di sola o mais transgenici. Abbiamo preso questa decisione per
essere certi che voi come clienti possiate fidarvi degli alimenti
serviti” (dicembre 1999).

Campagne pubblicitarie sugli Ogm

Il quotidiano britannico “The Guardian” ha pubblicato un documento
riservato dell’agenzia di pubbliche relazioni Surson Marsteller
alla Europabios, società che rappresenta gli interessi delle
industrie biotecnologiche. L’agenzia era stata incaricata di dare
indicazione sulla migliore immagine possibile da dare agli Ogm: nel
documento l’agenzia consigliava caldamente di “…tacere sui rischi
legati agli Ogm, in quanto non possono sperare di vincere la
discussione sulla questione dei rischi” (1999)

Tratto da:
Ist. Biologico Italiano, Alimenti Geneticamente Modificati

Indietro

Articoli correlati