Ogm

Maiali ogm, gli Usa ne approvano l’uso alimentare e medico

La Fda ha ritenuto sicuro il consumo alimentare di maiali ogm e ha espresso parere positivo sul loro potenziale utilizzo nella produzione di farmaci e nei trapianti di organi.

Ogm

Negli Stati Uniti, la Food and drug administration (Fda), l’ente governativo che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ha approvato lo scorso 14 dicembre il consumo di carne di maiale geneticamente modificata. E per la prima volta, oltre al via libera all’uso alimentare di animali ogm (era già successo con il salmone nel 2015), la Fda ha dato l’ok anche al loro utilizzo in ambito medico e terapeutico

Nei maiali ogm eliminato uno zucchero che può causare allergie

I suini ogm, identificati come GalSafe, sono stati geneticamente modificati allo scopo di eliminare il galattosio-alfa-1,3-galattosio, uno zucchero presente nella carne di maiale che può causare reazioni allergiche anche gravi, specie in chi soffre di allergia alfa-gallone. “La prima approvazione di un prodotto biotecnologico animale sia per il cibo che come potenziale fonte per uso biomedico rappresenta una pietra miliare per l’innovazione scientifica”, ha affermato il commissario della Fda Stephen M. Hahn, M.D in un comunicato ufficiale. “Come parte della nostra missione di salute pubblica, la Fda sostiene fortemente la promozione di prodotti innovativi che sono sicuri per gli animali, sicuri per le persone e raggiungono i risultati desiderati”. Secondo la Fda, i maiali GalSafe potrebbero essere utilizzati anche come fonte per la produzione di farmaci e come potenziale soluzione al rigetto dei trapianti di organi e tessuti nei pazienti allergici.

Maiali ogm per uso medico
I maiali ogm potrebbero essere utilizzati per il trapianto di organi negli umani © Ingimage

Questioni etiche da affrontare e test da superare

La notizia diffusa dalla Fda ha suscitato reazioni contrastanti: come ha riportato il Guardian, secondo Walter Sánchez-Suárez, veterinario ed esperto di comportamento e benessere animale che collabora con l’ong internazionale Mercy for Animals, si tratta dell’ennesimo sfruttamento degli animali negli Stati Uniti e occorre considerare le questioni etiche e pratiche sollevate dalla modificazione genetica e delle sue potenzialità.

Il Centro statunitense per la sicurezza alimentare, un’organizzazione senza scopo di lucro, ha evidenziato invece il fatto che la carne dei suini geneticamente modificati non è ancora stata testata su persone con allergie, né nel caso di consumo alimentare, né in quello delle applicazioni mediche. Come dichiarato dalla stessa Fda, sull’uso alimentare di maiali GalSafe non sono stati eseguiti testi specifici per i soggetti allergici, ma l’ente ha comunque autorizzato il consumo delle carni, ritenendole sicure per la popolazione generale. La Fda ha specificato anche che qualsiasi uso medico negli umani andrà prima approvato dallo stesso ente. 

 

Articoli correlati