Biodanza e sessualità

Ansia e stress risultano spesso alla base dei disturbi legati alla sfera sessuale. Gli esercizi di Biodanza aiutano la persona a riscoprire il piacere che può derivare dal movimento del proprio corpo.

di Daniela Milano

“Per sviluppare e armonizzare tutte le potenzialità che ci appartengono, superare le sensazioni di paura, colpa e trasgressione e riappropriarci di una sessualità gioiosa”, dice Viviana Zavaglia, “il prof. Rolando Toro, antropologo e psicologo cileno, ha elaborato Biodanza, un sistema di riabilitazione esistenziale aperto a chiunque e basato su esperienze indotte dalla musica, dalla danza e dalla comunicazione di gruppo.

Attraverso un percorso organico di musiche selezionate e di esercizi elaborati in base ad una precisa metodologia, e sotto la costante attenzione di un conduttore qualificato, si attivano emozioni profonde di gioia, amore e intensa commozione che stimolano il nostro inconscio vitale e agiscono direttamente sul nostro stato di salute rinnovando la possibilità di un autentico incontro con se stessi e con gli altri.

Gli esercizi proposti da Rolando Toro sono stati da lui battezzati con il nome di Vivencias per significare il momento vissuto intensamente con emozione, qui ed ora. Attraverso la pratica e l’ascolto della musica il soggetto si allena a vivere stati di profonda emozione che agiscono attivando il sistema limbico ipotalamico e stimolano di conseguenza l’ipofisi, ottenendo una ottimizzazione delle principali funzioni di autoregolazione del nostro organismo.

Questo si traduce nella possibilità di migliorare sensibilmente gli stati di affaticamento, ansia, insonnia, stress e depressione e di superare disturbi di origine psicosomatica e psicologica che limitano e condizionano spesso la nostra esistenza compresa la sfera affettiva-sessuale”.

Gli esercizi di Biodanza aiutano la persona a riscoprire il piacere che può derivare dal movimento del proprio corpo. I partecipanti del gruppo, ad esempio, vengono invitati a chiudere gli occhi, ad abbandonare ogni movimento teso e accelerato e ad iniziare a muoversi seguendo il ritmo di una musica dolce che pian piano induce una danza che in modo lento e progressivo coinvolge come un onda che sale dal basso il bacino, la vita e il petto, favorendo l’integrazione dei centri di sessualità e affettività.

Grazie alle Vivencias proposte, da realizzare in coppia o in gruppo, oltre a migliorare la capacità di relazione affettiva, si recupera il piacere del contatto con il proprio e altrui corpo e grazie agli esercizi di mobilizzazione del bacino si concorre a rimuovere tutte quelle forme di rigidità fisiche, espressione di blocchi emozionali, favorendo la riattivazione del desiderio.

Articoli correlati