I cactus purificano l?acqua

Arriva dalla natura un nuovo modo, semplice ed economico, per depurare l?acqua sporca.

Secondo quanto dimostrato dai ricercatori della University of South Florida di Tampa, un estratto della famosa pianta grassa sarebbe in grado di rimuovere i sedimenti e i batteri dall’acqua sporca.

Il nuovo studio, pubblicato sul New Scientist, prende spunto da una pratica tradizionale delle comunità messicane del XIX secolo. Le analisi dei ricercatori hanno confermato che l’estratto di cactus riesce a fare in modo che le particelle di sedimenti si uniscano tra loro depositandosi sul fondo, mentre la gomma della pianta grassa riesce a risolvere anche i problemi dei batteri, filtrando oltre il 98 % di quelli presenti nell’acqua.

“La diffusione del cactus, l’accessibilità e l’accettazione culturale ne fanno un materiale naturale attraente per le tecnologie di depurazione delle acque”, ha commentato la ricercatrice dell’università americana, Norma Alcantar.

 

Articoli correlati
Conto termico: stanziati gli incentivi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che stanzia i circa 900 milioni di euro l’anno per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti, attraverso un sistema di incentivi…

Il fotovoltaico diventa solidale

Conergy, azienda tedesca con sede anche nel nostro Paese, ha realizzato un nuovo impianto fotovoltaico per la Yaowawit School and Lodge, la casa di accoglienza e di formazione gestita dall’organizzazione…

La Bp pagher

La Bp ha ammesso le sue colpe e ha deciso di mettere la parola fine ai negoziati con i delegati dell’amministrazione Obama. La società britannica si è dichiarata colpevole dell’intero…

Il sole in Val di Non produce elettricit

Un impianto da 511,20 kWp di potenza in grado di produrre più di 500 MW all’anno, arrivando a coprire più del 34% del fabbisogno energetico dello stabilimento di produzione della…