CANNELLA

Cynnamomum verum o zeylanicum, loureiriio cannella, ci ricorda Il caldo profumo di biscotti, si distillano sia le foglie che la corteccia.

E’ un’antica spezia orientale, ma da molto tempo viene usata anche
nella nostra cucina e nella nostra medicina tradizionale. Il suo
caldo aroma richiama alla memoria i dolci di Natale. Si distillano
sia le foglie che la corteccia. Più usato l’olio essenziale
della seconda.

  • E’ un antibatterico e antisettico molto potente. Aggiungete 5
    gocce a mezzo litro d’alcol e un litro d’acqua per pulire le
    superfici della cucina.
  • Il profumo “caldo”, speziato si presta per l’uso in biscotti,
    macedonie e dolciumi vari.
  • Scalda e disinfetta. Aggiungete 3 gocce al vin brulé, ai
    primi sintomi di raffreddore o influenza.
  • E’ stimolante anche esternamente, ma attenzione: Solo olio
    essenziale di Cannella foglie per bagni e massaggi stimolanti
    (è meno forte e meno irritante di Cannella
    corteccia)
  • Stimolante, sudorifero, tonificante. Versate una goccia nel
    tè caldo se avertite i primi brividi di una possibile
    influenza.
  • Contro le punture di insetti. Diluite una goccia di olio
    essenziale di cannella in un cucchiaino di olio vegetale e
    frizionate le parti di pelle che prudono.
  • Controindicazioni: E’ irritante sulla pelle. Usare solo molto
    diluito.
  • Costo: basso. Inoltre basta una quantità davvero minima
    perché il profumo è forte e persistente.
  • Nota di cuore e base. Si combina bene con tutte le note
    speziate.

Articoli correlati