Civitas 2005. Le mostre fotografiche

Padova, 6-8 maggio 2005

Terra. Sebastião Salgado
Un intenso viaggio nella realtà della terra del Brasile. 45
foto in bianco e nero che fanno conoscere il lavoro quotidiano di
milioni di contadini; gli effetti della concentrazione della
proprietà terriera; l’esodo verso le città e la vita
nelle favelas; i conflitti e la violenza intorno alla terra; la
lotta dei contadini senza terra per recuperare il bene perduto e,
con esso, la dignità del lavoro. Con il contributo della
Fondazione della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Gli esclusi. Robson Oliveira
La
società post-industriale e l’esclusione sociale. Oliveira ha
anche registrato scene di vita degli abitanti di strada dei grandi
centri urbani in Brasile ed in diversi altri paesi. I pannelli
fotografici sono in bianco e nero, ma con particolari a colori che
evidenziano i beni di consumo; i cittadini ?sono ceneri, come la
loro stessa vita?, spiega l’autore. La mostra ha il sostegno del
?Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra (MST)?.

“Réseau Deggo, imprenditoria sociale e sviluppo
locale in Senegal”.
Immagini di una rete di turismo
responsabile. A cura del Gruppo di sostegno del Réseau Deggo
in Italia: Cisv, Cps, Cta Viaggi Solidali, Rivista Volontari per lo
Sviluppo, Giornale Terre di Mezzo. Fotografie: M. Palmisano, A.
Tosatto, Archivio Cta Viaggi Solidali. Un gruppo di Organizzazioni
Comunitarie di Base senegalesi si mettono in Rete per la
“riappropriazione” della risorsa turismo come fattore di sviluppo
durevole e sostenibile. La mostra presenta l’esperienza di questi
anni ed i programmi per il futuro. Col Patrocinio di Aitr Ass.
Italiana Turismo Responsabile.

Chi dialoga pensa la pace. Storia di un conflitto, A
cura di Ass. per la Pace
La mostra fotografica intende
far conoscere ai giovani le origini storiche e politiche del
conflitto israelo-palestinese ed offrire una visione complessa
sulle conseguenze da esso provocate. Realizzata con il contributo
di: Min. Affari Esteri ? Dir. Gen. per la Cooperazione allo
Sviluppo
Ass. Nazionale Cooperative di consumatori.

Arte Compatibile, Movimento artistico Arte
Compatibile
L’associazione artistica-culturale-
ambientalista, sostiene ?lo scopo di creare un rapporto di
equilibrio fra il mondo consumistico, industriale e di mercato e le
esigenze di sopravvivenza naturali, ambientale e spirituali
dell’uomo?. Il movimento condivide il pensiero e le tematiche della
fondazione PLEF (Placet Life Economy Fondation).

Le mani dell’Uomo. Le nuove forme di
schiavitù
Nasce all’interno dell’omonimo
progetto triennale di educazione allo sviluppo approvato dall’UE,
promosso da MLAL ProgettoMondo, insieme a Iepala di Madrid,
Anti-Slavery di Londra, Oikos di Lisbona e la Comunità di
Capodarco Internazionale. I grandi filoni tematici della mostra
sono: la migrazione, la tratta degli esseri umani, le forme di
pressione e lo studio di esperienze di vittime di tratta.

Mostra di poster originali. ?La comunicazione
pubblicitaria di Croce Rossa e Mezza Luna Rossa?, Federazione
Italiana Croce Rossa
Diversi i temi trattati, a seconda
dell’indirizzo internazionale nel corso degli anni e delle esigenze
locali emerse nelle 181 società nazionali nel mondo. Con il
contributo della FICR (Federazione internazionale di Croce Rossa)
di Ginevra.

Mostra iconografica e percorso didattico ?l’Universo dei
Kuna?. Pedro Uriel Sánchez Zárate
Frutto
di un decennale lavoro di ricerca teorica e di raccolta
iconografica compiuto dall’autore, si propone di far conoscere,
attraverso l’evoluzione dello strumento di comunicazione visiva
della cultura kuna (le molas), la vita e i valori di questa
popolazione originaria delle Americhe, stanziata oggi tra la
Colombia e Panama. L’idea che sottende il percorso teorico
dell’autore è che si possa contribuire a difenderne
l’identità dal rischio di omologazione e di assoggettamento
alle culture dominanti attraverso il recupero, la comprensione e la
valorizzazione delle simbologie che stanno alla base della
produzione artistica e culturale dei Kuna.


Speciale Civitas 2005

Articoli correlati