Con le fat bike in bici sulla neve

In montagna, anche d’inverno, è possibile andare in bicicletta sulla neve grazie alle fat bike. Scopriamo dove utilizzarle in Italia.

Le fat bike letteralmente sono “bici grasse” ed è facile capire perché si chiamino così: sono mountain bike i cui cerchi sono larghi almeno 44 mm, mentre la sezione degli pneumatici dev’essere di almeno da 3,7″ e può arrivare fino a 5″. Vengono dagli Stati Uniti ma in Italia si stanno diffondendo con facilità e sono nate per agevolare l’avanzata su terreni cedevoli e in particolare per pedalare su sabbia e neve. Ottime quindi in inverno in montagna. Il telaio si può trovare in acciaio, ma anche in carbonio o alluminio quindi, nonostante l’aspetto, pesano quanto una classica mountain bike. Gli pneumatici con sezione più larga e minor pressione aumentano l’aderenza e permettono di muoversi agilmente su terreni e fondi morbidi e cedevoli (soprattutto neve e sabbia), così come su quelli sconnessi.

Pedalare sulla neve

Le caratteristiche delle fat bike permettono così di godere della montagna e quindi della neve anche in inverno. Pedalare adesso si può fare quasi ovunque, anche ad alta quota. Sulle vette italiane questo tipo di biciclette piace sempre di più e sono in aumento i rifugi dove è possibile noleggiare le fat bike e anche fare percorsi guidati. Una delle località più note dove potersi cimentare con le fat bike è Cortina d’Ampezzo, dove ci sono 2 percorsi appositi: Pure Dolomites offre dei pacchetti per intraprendere questa disciplina seguiti passo passo da una guida, necessario un buon allenamento e la famigliarità con la mountain bike. Immersi in uno dei Patrimoni dell’Umanità è possibile percorrere da Cortina a Val di Zoldo sino a Sexten su due ruote e godersi non solo l’adrenalina dell’attività fisica ma anche i piaceri della buona tavola durante i break.

 

fat bike sulle piste italiane
Le località dove usare le fat bike in Italia

 

Dove usare le fat bike in Italia

Tra le località che via via attivano la possibilità di utilizzare le fat bike, ci sono Folgaria e Lavarone  in Alpe Cimbra dove l’esperienza si fa davvero unica: qui si percorrono i sentieri anche al calar del sole godendo prima del tramonto poi dei giochi di luce creati dai paesi circostanti durante la notte. In Valle d’Aosta, a La Thuile viene organizzata anche una 3 giorni a marzo dove si cimentano i più talentuosi atleti di questa disciplina durante La Thuile Fat Mountain. Anche sulle cime e i sentieri piemontesi è sempre più facile vedere delle fat lasciare il proprio degno sulla neve: a Pragelato, a Sauze d’Oulx e Ceresole.

 

La curiosità: per i più pigri, all’ultimo Eicma, l’Esposizione Mondiale del Motociclismo di Milano, sono state presentate nuovi modelli di fat bike elettriche, adatte a chi vuole provare l’emozione di pedalare sulla neve ma senza fare alcuna fatica.

Ultimo ma non ultimo: in tutte le località di montagna è sempre consigliabile fare riferimento alle esperte guide del luogo e comunque è bene ricordare a tutti che anche sulla neve ci sono regole per le biciclette che vanno attentamente rispettate.

 

Articoli correlati
In Val Piora nel silenzio dei laghi

Una funivia rossa e ripida vi trasporta in una delle zone alpine più belle del Ticino dove fare trekking o andare in mountain bike intorno ai 28 laghi, ammirare i colori dei fiori, assaggiare il formaggio fatto con il latte delle mucche che pascolano qui. Non è il Paradiso, è la Val Piora!

In mountain bike alla Conca di By

Un sentiero da percorrere in mountain bike, un panoramicissimo itinerario sopra i 2000 mt dominato dalle cime del Mont Velan del Grand Combin e del Mont Gel

Varese: Monte San Martino

Monte San Martino, una proposta di itinerario da percorrere anche in mountain bike risalendo un dislivello di circa 500 metri vicino a milano