Bagni di fango e argilla, il consiglio di novebre

Indicati soprattutto per chi soffre di artrite, affezioni reumatiche e ossee e di anemia.. i bagni di fango sono un modo per contrastare i primi freddi di novembre.

A novembre, fanghi!

Forte è il suo potere assorbente e depurativo, il fango impiegato per i bagni è di origine vulcanica e proviene da località termali, soprattutto italiane. I fanghi termali contengono ferro, zolfo, acido solfidrico, solfati alcalini e terre varie. I bagni sono molto pesanti e vanno eseguiti solo dopo avere concordato con il medico la terapia individuale, particolare importanza ha l’effetto sudorifero. Si fanno ad una temperatura di 35-40°C e durano dai 15 ai 30 minuti.

I bagni di fango agiscono sull’organismo sia attraverso il calore sia grazie al particolare tipo di contatto con la pelle, sia provocando uno stimolo cutaneo. Vi sono in commercio fanghi terapeutici naturali in polvere, pronti per l’uso, si tratta di fanghi formati da argilla verde ventilata essiccata al sole unita a oli essenziali o vegetali. Ha la funzione di riscaldare la zona della pelle con cui viene a contatto, provocando un arrossamento e una sensazione di calore.

fanghi
Il fango impiegato per i bagni è di origine vulcanica © ingimage

Potentissimo agente di rigenerazione fisica, l’argilla è nota fin dall’antichità come rimineralizzante, riequilibrante e antitossico. La sua caratteristica è quella di caricarsi di calore e energia che poi trasmette ai tessuti e alle cellule che ne hanno bisogno. In commercio presso le erboristerie ci sono vari tipi di argilla che forniscono anche ricette e indicazioni d’uso, la più comune è quella verde.

I bagni di fango con aggiunta di erbe

Una variante prevede siano usate miscele di fanghi e argille con erbe lasciate fermentare affinché le fitosostanze in esse contenute siano rese più attive. Questo composto va spalmato abbondantemente su viso, capelli e corpo. Per affrettare e aumentare il buon esito di questo trattamento, che è da applicare sempre in notevole quantità e spessore, si possono usare bende di lino comprimenti.

Per una pulizia profonda stendete sul corpo uno strato di fango o argilla prima di entrare in vasca. Il risultato è migliore se fate spugnature sulla pelle umida e dopo il risciacquo, per finire in assoluto relax, una bella immersione in un bel bagno aromatico… un toccasana meraviglioso.

Articoli correlati