Cow Parade. New York, 2000

Cow Parade. New York, 2000

Mucche in vestaglia, mucche con la corona reale, mucche a strisce
colorate, a fiori o con un cappello da cowboy in testa e una tromba
in bocca.

Si chiama “Cow Parade”, l’esposizione, una vera e propria parata di
mucche, promossa dalla Zurich Retail Association. Sono sculture in
lana di vetro, di grandezza naturale che hanno invaso le strade di
Zurigo nel 1998, Chicago nel 1999, New York nel 2000, Lussemburgo
2001 e si preparano ad altre esibizioni, anche in Australia.

I partecipanti, artisti e principianti, personalizzano, danno un
nome alle mucche in vetroresina sistemate nei parchi, per le
strade, davanti alle banche, ai negozi, etc..I bambini le adorano:
così buffe e colorate, le possono toccare e salirci sopra;
le altre persone le guardano incuriosite: mettono buon umore.

Ma perché mucche?
“Sono animali capricciosi, stravaganti, amichevoli, che conosciamo
fin da quando eravamo bambini, e che ci danno cose buone come il
latte, ingrediente fondamentale del gelato” spiega Jerry Elbaum,
presidente della Cow Parade Holdings e collaboratore alla
manifestazione che dal 1998, ogni anno, viene riproposta con
successo in diverse città nel mondo.

Articoli correlati