In viaggio nell’Italia più autentica con Amavido

Amavido è una piattaforma per la promozione e valorizzazione dell’offerta ricettiva e culturale di borghi e paesini italiani nel mercato tedesco. Non solo luoghi ma storie da raccontare.

È un modo di viaggiare e soggiornare sempre più gradito: un mix tra il turismo esperienziale e il sentirsi un ospite e non un turista. Sono sempre di più i siti che danno la possibilità di mettere a disposizione il proprio alloggio ai viaggiatori e quindi, per chi viaggia, di trovare “casa” spendendo cifre ragionevoli e sentendosi davvero a proprio agio. Amavido è un progetto che parte da quest’idea ma offre molto di più.

Amavido: offrire storie non solo alloggi

Amavido è una piattaforma per la promozione e valorizzazione dell’offerta ricettiva e culturale di borghi e paesini italiani nel mercato tedesco. Si sa che i turisti in Italia provenienti dalla Germania sono moltissimi, forse i più numerosi, probabilmente però sono diretti, nella maggior parte, nelle solite mete, troppo turistiche per l’appunto. C’è, secondo lo staff di Amavido, tutta un’altra Italia da far conoscere e da valorizzare, il paese che questo progetto, nato nel 2015 , rende protagonista.

Il sito infatti dà sia la possibilità a chi lo desidera di mettere a disposizione la propria casa ai viaggiatori, che di prenotare soggiorni diversi per chi condivide un’idea diversa di vacanza.

Amavido è pensato per chi ama i luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, per gli slow travelers che vogliano condividere una nuova dimensione dove si può essere felici per le piccole cose. 

L’intenzione è far sì che borghi ancora autentici e ricchi di fascino e alloggi poco conosciuti o case rimaste inutilizzate aprano le loro porte a chi sa apprezzarne il valore semplice. Un modo per dare un segnale contro lo spopolamento di borghi, paesi e aree rurali e dare la possibilità di diventare parte attiva del cambiamento, della rinascita di questi luoghi. Soggiornare da un host di Amavido può voler dire partecipare a corsi di cucina insieme alle famiglie ospitanti, alla raccolta delle arance, a escursioni nei boschi o alla realizzazione di prodotti locali.

Sostenere il progetto Amavido

La scelta degli host che offrono le proprie case ai viaggiatori è stata fatta tenendo conto della filosofia del progetto: così le persone che ospiteranno i turisti sono profondi conoscitori della loro terra e delle sue tradizioni, amano e rispettano il territorio e per loro è un piacere condividere e valorizzare i luoghi in cui vivono.
È uno scambio, non un lavoro. Ampliare la rete di borghi e paesi da promuovere mettendo in primo piano le persone, gli hosts, significa fare foto e video sul posto, sviluppare ancor meglio la pagina web aumentando il raggio d’azione per raggiungere un numero maggiore di persone e coinvolgerle in un nuova forma di turismo responsabile. Già nel 2016 il sito, ora in tedesco, sarà tradotto in inglese e quindi fruibile da molti più viaggiatori. Per questo Amavido ha lanciato un crowdfunding attivo fino a fine marzo.  Il giovane e appassionato team di Amavido ringrazierà con doni adatti a chi ama l’Italia e viaggiare.
Un’idea di viaggio che ci piace perché sostenibile e da luce a luoghi nascosti.

 

Articoli correlati