Dove vedere le opere di Picasso nel mondo

Sono forse più di 120mila le opere di Picasso. Ma dove sono esposte? In quali musei del mondo è possibile ammirarle? Un tour alla scoperta dell’artista che ha inventato nuovi modi d’espressione.

Il 25 ottobre del 1881 nasceva Pablo Picasso, l’artista che forse più di altri è stato capace di inventare nuovi modi d’espressione o di interpretare quelli di altri artisti o culture diverse cambiandoli a seconda delle esigenze e dell’idea da esprimere. In poche parole un genio che tra la fine dell’Ottocento e buona parte del Novecento ha rivoluzionato il modo di vedere la realtà che ci circonda, trasformandola in migliaia di opere ora esposte in tutto il mondo. Un tour tra alcuni dei musei più famosi e altri meno noti che custodiscono la sua arte.

Leggi anche: Pablo Picasso, la storia dell’artista attraverso i luoghi dove è nato, cresciuto e dipinto

Dove vedere le opere di Picasso nel mondo

Musée Picasso – Parigi, Francia

Forse il più noto museo dedicato all’artista spagnolo, il Musée Picasso di Parigi custodisce circa 3mila opere. Questa poderosa collezione è frutto soprattutto di due grandi donazioni, una del 1979 e l’altra del 1990 da parte della figlia Jacqueline. Nel corso degli anni poi si sono aggiunte nuove acquisizioni che hanno reso questo museo una tappa fondamentale per chi vuole capire a pieno quale sia l’opera del forse più innovativo esponente dell’arte tra Ottocento e Novecento.

Disegni, ceramiche, dipinti, sculture, qui si trovano tutte le forme espressive utilizzate da Picasso, soprattutto in tarda età, cioè dopo i 70 anni. Tra le opere assolutamente da non perdere qui c’è sicuramente il Ritratto di Carlota Valdivia, più conosciuta come La Célestine: un dipinto che ritrae un’anziana cieca da un occhio, probabilmente una delle protagoniste della tragicommedia di Calisto e Melibea di Rojas, caratterizzata da toni blu, inconsueti per quel periodo ma che diverranno famigliari per Picasso. Il museo è aperto da martedì a venerdì, dalle 10:30 alle 18:00, sabato e domenica dalle 9:30 alle 18:00. Il biglietto costa 12,50 euro.

Picasso
Picasso Pablo (dit), Ruiz Picasso Pablo (1881-1973). Paris, musée Picasso. MP1990-39.

Museu Picasso – Barcellona, Spagna

A Barcellona Picasso visse i suoi anni di formazione ed era quindi estremamente legato alla città, tanto da volere qui un museo a lui dedicato. Il progetto si realizzò nel 1963 anche se l’artista per tutto il periodo franchista non vi mise piede in opposizione al regime. Il Museu Picasso conserva nella sua collezione permanente più di 4mila opere dell’artista, di tutti i suoi periodi. Qui è possibile ammirare Las Meninas – un ciclo di 58 opere che riprende il celebre quadro realizzato da Diego Velázquez – che proprio Picasso volle fosse esposto in tutti i suoi “pezzi” a Barcellona. Il museo è aperto tutti i giorni tranne il lunedì dalle 9:00 alle 19:00, giovedì fino alle 21:30. Il biglietto costa 11 euro.

Museo Picasso – Málaga, Spagna

Nel possibile tour tra i musei dedicati al genio di Picasso una meta obbligatoria è quella di Malaga in Andalusia, sua città natale. Qui in pieno centro città si trova il Museo Picasso, un caratteristico palazzo che custodisce nei sotterranei resti fenici, romani e arabi ben integrati nella nuova costruzione, oltre a circa 200 opere dell’artista. Non è grande e “fornito” come i precedenti ma se si desidera avere una panoramica ampia e completa delle sue opere, è da visitare. Qui sono conservate molte delle ceramiche realizzate da Picasso e l’archivio di Roberto Otero, un fotografo e giornalista argentino amico dell’artista che lo ritrasse soprattutto negli ultimi anni di vita. Una testimonianza per immagini della vita di Picasso di grande valore artistico e biografico. Tra i nostri quadri preferiti qui è esposto Le tre grazie. Il museo in questo periodo dell’anno è aperto dalle 10:00 alle 18:00, il biglietto costa 7 euro.

Musée Picasso – Antibes, Francia

Torniamo in Francia, nella graziosa Antibes, in Costa Azzurra dove si trova un piccolo museo dedicato a Picasso. Poco conosciuto, è spesso visitato da chi si trova nella località di mare per vacanze e può essere una piacevole sorpresa: qui sono esposte opere di vari artisti, tra i quali anche Picasso, ma è solo a lui che venne intitolato il museo perché negli anni Quaranta in questo castello ebbe un atelier dove lavorò e dipinse. Alcuni disegni, ceramiche e tele sono rimaste qui, non molti pezzi ma vale comunque la pena visitarlo oltre che per le opere, per la posizione davvero suggestiva. Da non perdere sono le ceramiche. Il Musée Picasso è aperto tutti i giorni tranne il lunedì con questi orari, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

Grandi opere a Madrid e Londra

In tutto il mondo sono esposte opere del grande Picasso ma dove sono le più celebri? Guernica per esempio, il suo capolavoro monumentale – misura infatti ben 349,3 per 776,6 centimetri – dipinto in soli due mesi nel 1937 e considerato il manifesto di un’epoca e il simbolo dell’opposizione al franchismo, è esposto al Museo nacional centro de arte Reina Sofia a Madrid, la capitale spagnola. Donna che piange, il ritratto cubista della compagna di Picasso Dora Maar, invece è conservato alla Tate Modern di Londra.

Leggi anche: Aperta la nuova ala della Tate Modern, Londra sempre più città d’arte

Guernica Picasso
Guernica è esposto al Museo Reina Sofia di Madrid. Foto Getty

Dove vedere Picasso in Italia, le mostre

Per celebrare i 100 anni dal soggiorno di Pablo Picasso in Italia, tra il 2017 e il 2019 sono state allestite e programmate alcune esposizioni sia in Italia sia all’estero con tema questo viaggio che fu fondamentale per l’artista spagnolo. Il progetto si chiama Picasso méditerranée e ha dato e darà la possibilità di ammirare opere dell’artista davvero in moltissime sedi espositive. A Napoli per esempio è andata in scena Picasso parade – un’esplorazione dei luoghi che furono d’aiuto all’artista per venire a capo della produzione del suo balletto “Parade” e delle opere successive – mentre a Roma, Venezia e Genova è ancora possibile ammirare le sue opere. Vediamo dove e quando.

Picasso. Sulla spiaggia – Guggenheim museum, Venezia fino al 7 gennaio 2018

Nata dalla collaborazione con il Musée Picasso di Parigi e il Musée des Beaux Arts di Lione, la mostra Picasso. Sulla spiaggia, che raccoglie una selezione di disegni e dipinti realizzati tra febbraio e dicembre 1937, si snoda intorno al capolavoro di Picasso Sulla spiaggia (1937), proprietà della Collezione Peggy Guggenheim e una delle opere predilette dalla mecenate americana da cui prende il nome. L’esposizione esplora il tema della spiaggia, ricorrente nella produzione dell’artista che inizia a cambiare nel 1937, durante il soggiorno di Picasso in Provenza, diventando sempre più viscerale e fortemente collegato al Surrealismo.

Pablo Picasso. Tra Cubismo e Neoclassicismo: 1915-1925 – Scuderie del Quirinale, Roma fino al 21 gennaio

Pablo Picasso. Tra Cubismo e Neoclassicismo: 1915-1925 intende indagare in particolare il metodo del pastiche che Picasso utilizzò come strumento moderno per esperimenti d’arte: dal gioco delle superfici decorative nei collage, eseguiti durante la Prima guerra mondiale, al realismo stilizzato degli “anni Diaghilev”, dalla natura morta al ritratto.

A Palazzo Barberini poi, nel grandioso salone affrescato da Pietro da Cortona, è esposto per la prima volta a Roma il sipario dipinto per Parade, una immensa tela lunga 17 metri e alta 11.

Picasso. Capolavori del Museo Picasso, Parigi – Palazzo Ducale, Genova dal 10 novembre 2017 al 6 maggio 2018

Da quelle d’ispirazione africana dei primissimi anni del Novecento fino alle più mediterranee bagnanti e ai celebri ritratti di donna degli anni Trenta e Cinquanta, la mostra fa emergere la poetica di Picasso in tutta la sua travolgente bellezza. Si tratta in particolare di opere che Picasso ha sempre tenuto con sé nel corso degli anni e dei suoi trasferimenti, quelle che lo hanno accompagnato. Un appuntamento imperdibile a Genova.

E infine non si ancora molto ma a Milano, a Palazzo Reale, si terrà una mostra dedicata a Picasso tra novembre 2018 e marzo 2019. Il titolo Picasso e l’antico fa pensare a un excursus di opere dell’artista partendo dalle sue influenze classiche.

Articoli correlati