Eco ghiacciolo

Ecco come si prepara un eco ghiacciolo? A costo e impatto (quasi) zero naturalmente.

Adoro la frutta estiva e spesso preparo dei rinfrescanti
centrifugati per me o per gli amici. Un’alternativa molto
più sana e dissetante di alcolici e superalcolici è anche l’eco ghiacciolo.

Preparate un centrifugato di frutta di stagione (pesche,
albicocche, susine, melone, anguria, ecc.). Se vi piace, unite
anche un pezzetto di zenzero e qualche foglia di menta. Con la
polpa di scarto del centrifugato preparate invece questi buonissimi
ghiaccioli.

Per dare la forma ai ghiaccioli potete usare gli appositi stampini
oppure inventarvi forme nuove riciclando quello che avete in casa,
come ad esempio contenitori dello yogurt, bicchieri biodegrabili,
ecc.

Come bastoncino si possono usare posate di legno usa e getta, che
sono piccole e sottili e si trovano facilmente di legno Fsc.

Il costo di realizzazione è inferiore a 1 euro e la lista
degli ingredienti è davvero corta: frutta, zucchero di canna
e menta….confrontatela con quella dalla maggiorparte dei
ghiaccioli (per altro fosforescenti) in commercio.

Preparando questi ghiaccioli risparmierete, eviterete di
assumere additivi vari e soprattutto non sprecherete della
preziosissima polpa di frutta.

 

Ingredienti per 8 ghiaccioli

La polpa di scarto di 4 bicchieri di centrifugato

2 cucchiaio di zucchero di canna

Menta fresca

 

Preparazione

Portate a ebollizione un bicchiere d’acqua con 2 cucchiai di
zucchero di canna grezzo. Lasciate bollire circa 5 minuti quindi
spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. Nel frattempo raccogliete
la polpa di scarto dalla centrifuga e mettetela in una ciotola.
Unite il succo di mezzo limone e lo sciroppo e mescolate. Mettete
sul fondo degli stampini qualche fogliolina di menta quindi unite
la polpa di frutta. Disponete i ghiaccioli in freezer e aspettate
almeno 6 ore prima di consumarli.

Articoli correlati