ECC2015, come pedalare per migliorare la mobilità ciclabile

A maggio tante città europee e italiane si sfidano a squadre con European Cycling Challenge. Obiettivo: raccogliere dati per aiutare le amministrazioni a cambiare la mobilità in bicicletta

Pronti in sella i ciclisti urbani di 39 città europee per l’edizione 2015 di European Cycling Challenge (ECC2015). Per tutto il mese di maggio si sfideranno le squadre urbane di pedalatori che utilizzano le due ruote come vero e proprio mezzo di spostamento.

 

È possibile iscriversi all’ECC2015 fino al 31 Maggio anche come sottosquadra (aziende, scuole, gruppi) ed è ammesso l’uso di ogni tipo di bicicletta: di proprietà o a noleggio, bike-sharing, bici elettrica, cargo bike.

 

Per registrare i percorsi si possono scegliere tre diverse modalità:

 

– l’App Cycling365 da scaricare sullo smartphone;

– inserire manualmente i percorsi sul sito cycling365.eu;

– importare i file .gpx tracciati con altre App o strumenti.

 

> on October 12, 2011 in Berlin, Germany.

 

Vince la squadra che percorre più strada, esistono però differenti classifiche da tenere in considerazione: classifica principale, classifica statistica, città più ciclabili, numero di partecipanti, numero partecipanti attivi con almeno 10 km percorsi, per sottosquadre. In realtà l’obiettivo più importante non è la sfida tra città ma raccogliere dati che possono risultare molto preziosi per migliorare la qualità della mobilità ciclabile.

 

Le analisi sul traffico e sugli spostamenti in bicicletta possono rivelarsi utili a chi progetta le infrastrutture della mobilità, a partire da pianificatori e urbanisti. Molte città hanno potuto realizzare delle mappe che evidenziano il traffico ciclabile. Nell’edizione 2014 dello European Cycling Challenge è stato realizzato questo tipo di mappe sia a Bologna che a Roma.

 

european cycling challengeLa mappa delle città europee che aderiscono all’edizione 2015 di European Cycling Challenge

 

Queste due città partecipano anche all’edizione 2015 assieme a Brescia, Cagliari, Distretto delle Comunità savonesi, Napoli, Padova, Reggio Emilia e alle altre da tutta Europa.

 

Importante la crescita della partecipazione che ha portato dai 300mila km percorsi totali nel 2013 a 1,5 milioni di km nell’edizione 2014. L’augurio è che anche ECC2015 dia grandi soddisfazioni ai partecipanti e alle amministrazioni.

Articoli correlati