dal 3 novembre al 15 novembre
Online
Evento digitale

In ottemperanza al dpcm del 24 ottobre che vieta le fiere in presenza, Ecomondo e Key energy, i due saloni europei di riferimento dedicati a economia circolare e tecnologie green ed energie rinnovabili ed efficienza energetica, si trasferiscono totalmente online.

Al via, dunque, dal 3 al 15 novembre la digital double green week: il più grande appuntamento digitale per il mondo green. Due settimane di incontro tra domanda e offerta dell’economia sostenibile, su una piattaforma online che comprende i profili aziendali completi degli espositori e gli eventi già fissati in calendario, che potranno essere seguiti non solo in diretta streaming, ma anche nei giorni a seguire.

Un calendario di circa centoventi eventi online, conferenze e workshop scientifici e di politica economica ed energetica per approfondire il Green Deal europeo, l’impatto della pandemia sul settore green, le normative di settore e i casi di una filiera che vede l’Italia tra i paesi più virtuosi. Secondo i dati del Consorzio nazionale imballaggi, infatti, nel 2019 in Italia è stato portato al riciclo il settanta per cento dei rifiuti di imballaggio: più di quattro imballaggi su cinque seguono un percorso diverso rispetto a quello della discarica.

Ma l’obiettivo per cogliere la sfida europea della circular economy è quello di aumentare la raccolta differenziata fino all’ottanta per cento, innalzando la percentuale di valorizzazione energetica dei rifiuti al fine di chiudere il ciclo.

I workshop e i convegni online di Ecomondo e Key energy

Ecomondo e Key energy si confermano, quindi, appuntamenti di grande valore, dove anche quest’anno non mancheranno le occasioni per fare il punto della situazione: un flusso di informazioni strategiche, strumenti e progettualità per imprimere un’accelerazione alla svolta green dell’economia industriale e dei servizi italiana.

I contenuti sulla piattaforma digitale si arricchiranno di giorno in giorno degli interventi di esperti del settore, grazie a un programma di incontri organizzati dai comitati scientifici presieduti dai professori Fabio Fava (Ecomondo) e Gianni Silvestrini (Key energy) e destinati a un pubblico nazionale e internazionale. Tematiche principali: la qualità delle acque, la filiera agroalimentare, la gestione dei rifiuti e il ciclo delle acque.

Tra gli appuntamenti da segnalare, quello di martedì 3 novembre alle ore 14 e venerdì 6 alle ore 9.30 sulle strategie messe in atto per liberare il Mediterraneo dai rifiuti plastici, assieme a produttori e aziende di lavorazione di materia prima che operano nell’area; quello di martedì 3 alle ore 10 sullo stato delle coste e la difesa dall’erosione causata dai cambiamenti climatici e quello di mercoledì 4 alle ore 10 dedicato alla mission “mare” del Green Deal europeo che mette al centro il tema della “crescita blu”.

Prima edizione completamente online per Ecomondo 2020
Dal 3 al 15 novembre, la digital double green week di Ecomondo 2020 © Ecomondo

Altre grandi tematiche: la bioeconomia e la cura del suolo, protagoniste di una serie di incontri nelle giornate di martedì 3 e mercoledì 4, fra i quali quello dedicato al settore dell’agrifood. Ancora, la gestione del ciclo dei rifiuti, che verrà approfondita nei seminari sulla carenza di impianti nel nostro Paese (martedì 3 alle ore 15), sull’attività di monitoraggio sugli illeciti ambientali (mercoledì 4 alle ore 9), sulla cosiddetta simbiosi industriale (4 novembre alle ore 10) per arrivare alle nuove normative europee sullo smaltimento urbano dei rifiuti tessili (giovedì 5 alle ore 14).

Ma a Ecomondo 2020 si parlerà anche di coronavirus e inquinamento atmosferico come variabile nella diffusione della pandemia (3 novembre alle ore 14.30), di sostenibilità nella bonifica e riqualificazione dei siti contaminati ai tempi della pandemia (giovedì 5 alle ore 10) e dell’impatto della pandemia sull’economia circolare (mercoledì 4 alle ore 14.30).

Tra conferenze internazionali di punta, la sessione plenaria internazionale sul Green Deal degli Stati generali della green economy.

Gli Stati generali della green economy a Ecomondo 2020

La versione digitale di Ecomondo 2020 ospita anche la nona edizione degli Stati generali della green economy, il 3 e 4 novembre.

La due giorni, organizzata dal Consiglio nazionale della green economy in collaborazione con il ministero dell’Ambiente e il patrocinio del ministero dello Sviluppo economico e della Commissione europea, quest’anno dedica il proprio focus al Green Deal europeo e ai suoi meccanismi, con panel costruiti per offrire un pacchetto di proposte per il piano italiano di rilancio con l’utilizzo dei fondi di Next generation Eu.

Come ogni anno, in apertura dei lavori, il presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile Edo Ronchi illustra la relazione 2020 sullo stato della green economy, dedicato anche a esaminare come la pandemia abbia influito sulla green economy.

Buyer nazionali e internazionali, in versione digitale

La versione digitale di Ecomondo 2020, oltre a confermare i workshop e i convegni in programma, assicura anche gli incontri tra espositori e buyer nazionali e internazionali in base all’agenda organizzata e definita precedentemente alla rimodulazione dell’evento online.

A Ecomondo 2020 gli incontri tra i buyer internazionali si svolgono online © Ecomondo

Aziende, start-up e cluster industriali potranno quindi interagire con i buyer di oltre 30 Paesi, facilitando l’incontro tra domanda e offerta nazionale e internazionale: una grande occasione per superare le barriere fisiche, consentendo quell’incontro, seppur virtuale, e quella relazione che l’attuale situazione non rende oggi possibile.

Grazie al contributo di FordLifeGate si occuperà della copertura editoriale con contenuti dedicati agli eventi in programma durante i giorni di fiera online.

Info

I dettagli per partecipare all’edizione digitale di Ecomondo 2020.
Il calendario completo degli eventi.
Per seguire Ecomondo sui social: Twitter; LinkedIn.