Giornata Fai d’autunno 2017, 600 luoghi aperti domenica 15 ottobre

Domenica 15 ottobre torna l’appuntamento con la Giornata Fai d’autunno: centinaia di luoghi in tutta la penisola eccezionalmente aperti per chi ama arte, natura e territorio.

Una giornata importante per gli amanti del bello inaspettato, quello nascosto nelle nostre città e spesso non accessibile a tutti. La Giornata Fai d’autunno 2017 si tiene domenica 15 ottobre, l’occasione per visitare oltre 600 luoghi in tutta Italia. Una domenica speciale alla scoperta di unicità d’arte e natura.

Giornata Fai d’autunno 2017, cos’è

Il Fai è la fondazione senza scopo di lucro che da più di 40 anni si impegna concretamente perché il paesaggio italiano, i suoi luoghi e i suoi monumenti, i capolavori d’arte che custodisce e che raccontano la storia e l’identità del nostro paese non vengano dimenticati, ma siano protetti, rispettati e valorizzati, per sempre e per tutti.

Per farlo organizza ogni anno diversi momenti che permettono ai cittadini di scoprire e visitare luoghi solitamente non aperti al pubblico e per questo poco noti. La Giornata Fai d’autunno è una di queste occasioni e quest’anno cade il 15 ottobre. Partecipare all’iniziativa è semplice: sul sito ufficiale è possibile trovare tutti i luoghi aperti questa domenica in ogni regione d’Italia. Non serve prenotarsi ma è bene sapere che le attese per accedere ai luoghi spesso sono molto lunghe. Inconveniente che si può evitare se si è iscritti al Fai, tra l’altro se lo si fa entro il 31 ottobre c’è uno sconto di 10 euro. Le visite sono gratuite ma è caldamente consigliato contribuire con un’offerta e aiutare così il Fai a continuare a occuparsi di questi beni.

Giornata Fai d'autunno 15 ottobre 2017
Matera, Giardino di Palazzo Ferraù Foto Luca Acito © FAI – Fondo Ambiente Italiano

I più bei luoghi aperti della Giornata Fai d’autunno 2017

Tante le città coinvolte in questa edizione e molte le chicche d’arte e architettura visitabili solo domenica 15 ottobre, queste sono le nostre scelte.

Milano, Torre Zaha Hadid

Sarà aperta dalle 10 alle 18 con l’ultimo ingresso alle 17 e sono previste anche due visite in lingua straniera, alle ore 11 in inglese, alle 12 in francese. Il progetto della torre, realizzato dall’architetto Zaha Hadid – l’archistar donna morta l’anno scorso – prevede 44 piani e un’altezza complessiva di 175 metri.

La caratteristica principale della Torre Hadid è la torsione dell’edificio che viene attenuata sempre più con l’aumentare dell’altezza, fino a raggiungere la verticalità – per questo infatti viene anche chiamata “Storto”. L’edificio si distingue anche per un’elevata efficienza e per una forte attenzione al contenimento dei costi energetici. Da visitare per capire il lavoro geniale di quest’architetto e godere di un panorama unico.

Ravenna, passeggiata tra i chioschi

A Ravenna, magnifica città dei mosaici, ci sarà la possibilità di visitare alcuni bei chiostri: il Chiostro di Santa Maria in Porto attuale Mar – Museo d’arte della città, i Chiostri dei Monaci Camaldolesi di Classe attuale Biblioteca Classense, il Chiostro della Biblioteca Oriani o Giardino Rinaldo da Concorezzo (visita solo esterna), i Chiostri Francescani. In programma anche momenti musicali e letture evocative delle atmosfere dei luoghi scelti e della loro storia. Le visite partiranno dal Mar alle 10, 11, 12, 14, 15 e 16. Ogni visita avrà una durata di circa un’ora e mezza.

Pistoia, capitale italiana della cultura 2017

La Giornata Fai d’autunno è anche l’occasione per riscoprire Pistoia, splendida capitale italiana della cultura 2017. Qui sono previste le visite a quattro chiese: Chiesa dei Santi Pietro e Gerolamo, Chiesa del Sacro Cuore immacolato di Maria, Chiesa della beata Vergine Maria e la Chiesa del cimitero della Vergine.

Leggi anche: 5 luoghi da scoprire a Pistoia, Capitale italiana della cultura 2017

Cannara (Perugia)

Il gruppo Fai Assisi propone un percorso storico, artistico e devozionale attraverso luoghi francescani, chiese e chiesine di campagna che custodiscono inaspettati tesori nel territorio di Cannara. Sarà in particolare possibile visitare le chiese di San Biagio, San Giovanni, della Buona Morte e il Tugurio di San Francesco nel centro storico; chiese della Madonna di Loreto, di San Giovanni Decollato (apertura straordinaria) e di Piandarca (Luogo del Cuore) nella campagna circostante. Prevista anche l’apertura straordinaria del Museo di Cannara.

Palermo, Museo archeologico Antonino Salinas

I volontari del Fai Palermo apriranno per la prima volta una sala finora mai visitata del Museo archeologico Salinas, impreziosita da un soffitto ligneo del Seicento di inestimabile pregio, e poi lo Stand Florio, un progetto del Basile, e la spiaggia di Romagnolo dove i visitatori potranno riscoprire la presenza del mare in città.

Solo alcuni consigli, ma in tutta Italia sono più di 600 le meraviglie da poter visitare grazie al lavoro dei volontari Fai. Una nota positiva: il Fai a questo link indica con precisione i luoghi che possono essere visitati senza problemi e barriere architettoniche anche dai portatori di handicap, perché un luogo è bello solo se può essere goduto da tutti, nessuno escluso.

Articoli correlati