È tempo di riposo, è la Giornata mondiale del sonno 2018

La Giornata mondiale del sonno 2018 si celebra il 16 marzo ed è dedicata al rispetto dei nostri orologi biologici interni, i ritmi circadiani.

Tra gli animali più dormiglioni del pianeta c’è un piccolo pipistrello, il vespertilio bruno (Myotis lucifugus), che può dormire fino a venti ore al giorno. Viceversa la giraffa (Giraffa camelopardalis) si concede solo piccoli sonnellini, raramente supera la mezz’ora di sonno quotidiana e può trascorrere intere settimane senza dormire. La nostra specie dorme invece circa sette ore a notte e per farlo ama coricarsi in un comodo letto. Condividiamo quest’abitudine con altre scimmie antropomorfe, come scimpanzé (Pan troglodytes), gorilla (Gorilla) e oranghi (Pongo). Questi primati si costruiscono infatti confortevoli giacigli di foglie in cima agli alberi, per riposarsi senza preoccuparsi dei predatori, proprio come i nostri antenati. Alcuni ricercatori ritengono che questa capacità peculiare di costruirsi dei letti garantisca una migliore qualità del sonno, con effetti positivi sulla memoria e le capacità cognitive, e che possa aver influenzato l’evoluzione del nostro cervello.

Volpe che si riposa nella neve
Le varie specie animali hanno peculiari esigenze per quanto riguarda il sonno, a seconda che siano essi erbivori o predatori e dell’ecosistema in cui vivono © Matt Roberts/Getty Images

World Sleep day 2018

Il sonno è dunque un elemento essenziale, in grado di influenzare le nostre vite. Proprio per sottolineare l’importanza di un corretto riposo il 16 marzo, in oltre settanta paesi, si celebra la Giornata mondiale del sonno. La ricorrenza è stata istituita nel 2008 dalla World sleep society con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui disturbi del sonno e sui relativi costi per la collettività e si festeggia ogni anno il venerdì che precede l’equinozio di primavera. L’undicesima edizione della Giornata mondiale del sonno è dedicata al rispetto di quelli che potremmo definire i nostri “orologi biologici”, i ritmi circadiani.

Cosa sono i ritmi circadiani

L’attività biochimica del nostro organismo si basa sul ritmo circadiano, un ciclo che dura un tempo compreso tra le 20 e le 28 ore e che regola i ritmi biologici degli esseri viventi con quelli dell’ambiente in cui vivono. I ritmi circadiani influenzano molti fenomeni, come le fasi di sonno-veglia, il ritmo cardiaco, le secrezioni ormonali, la pressione sanguigna, la temperatura corporea, il funzionamento renale o la risposta immunitaria. I ritmi circadiani sono determinati da fattori legati all’organismo, ma reagiscono anche a fenomeni quali la rotazione della Terra o il campo magnetico. Nel 2017 il premio Nobel per la fisiologia e la medicina è stato assegnato a tre scienziati che hanno fatto luce sui meccanismi che controllano i ritmi circadiani.

Coppia che dorme in montagna
Fino al 45 per cento della popolazione mondiale soffre di disturbi legati al sonno causati, tra le altre cose, dalla frenetica vita diurna, dall’abuso di caffeina, da un’alimentazione poco equilibrata e da pensieri e preoccupazioni © Ingimage

Fai bei sogni con Best Western e Ricola

La qualità del sonno è un aspetto che sta particolarmente a cuore a Best Western, la catena alberghiera che in Italia ha 12mila camere ripartite in oltre 140 hotel sparsi in tutta la penisola. Anche quest’anno Best Western ha organizzato, in collaborazione con LifeGate e Ricola, un’iniziativa per celebrare la Giornata mondiale del sonno. Il 16 marzo gli ospiti delle strutture Best Western troveranno ad attenderli in camera una tisana rilassante firmata Ricola. La tisana Ricola Distensive-relax è formulata proprio per infondere un senso di benefica tranquillità prima di entrare nel mondo dei sogni, grazie alla sua combinazione di melissa, fiori d’arancio, tiglio, luppolo, alchemilla e lavanda.

giornata mondiale del sonno
La Giornata mondiale del sonno viene convenzionalmente fissata il venerdì prima dell’equinozio di primavera

Buonanotte social

Gli ospiti delle strutture sono inoltre invitati a postare sui social media una proprio foto con la tisana, utilizzando gli hashtag #giornatamondialesonno, #worldsleepday, #bestwesternitalia, #buonanottebestwestern e #ricola, per contribuire al raggiungimento dell’obiettivo della Giornata mondiale del sonno, sensibilizzare l’opinione pubblica sui disturbi del sonno, elemento essenziale per la nostra salute fisica e mentale.

Articoli correlati