Il grande balzo della CO2 nel 2012

Le emissioni di CO2 sono aumentate in modo considerevole nel 2012 facendo registrare il secondo balzo più alto dal 1959.

Le emissioni di CO2 nel 2012 sono aumentate di 2,67
parti per milione (ppm) rispetto al 2011
. È il secondo
dato più alto dal 1959 ad oggi che ha portato la
concentrazione totale di CO2 in atmosfera a circa 395 ppm.

 

Numeri che hanno spinto Pieter Tans, l’esperto che segue le
misurazioni vicino al vulcano Mauna Loa (Hawaii, Stati
Uniti) per la National Oceanic and Atmospheric Administration, a
dichiarare che si tratta di una conferma del fatto che “l’influenza
dell’uomo sul clima è ormai dominante” e che mantenere il
riscaldamento globale entro i due gradi è ormai sempre meno
probabile.

 

Con 2,93 ppm, solo il 1998 ha conosciuto un aumento di gas
serra in atmosfera superiore al 2012, mentre la media annuale tra
il 2000 e il 2010 si è attestata sotto i 2 ppm.

 

A causare questo forte incremento sarebbe la forte espansione
economica registrata nei paesi (non più tanto) emergenti
come Cina e India che stanno bruciando quantità sempre
più grandi di carbone e altri combustibili fossili. Una
notizia che in parte spegne l’entusiasmo per il risultato fatto
registrare dall’Europa, ma soprattutto dagli Stati Uniti le cui
emissioni nel 2012 sono tornate ai livelli del
1994
grazie a investimenti nell’efficienza energetica e nelle
rinnovabili.

Articoli correlati