Fridays for future

Greta Thunberg ha incontrato Leonardo DiCaprio. Cosa si sono detti

Venerdì 1 novembre, Greta Thunberg, l’attivista svedese che lotta per l’ambiente, ha incontrato l’attore ambientalista Leonardo DiCaprio. Ecco cosa si sono detti.

Venerdì 1 novembre 2019, Greta Thunberg, l’attivista svedese che ha dato vita agli scioperi per il clima e al movimento dei Fridays for future, ha incontrato l’attore premio oscar Leonardo DiCaprio, celebre per il suo decennale impegno ambientalista, a Los Angeles, in California.

Guarda tutti i numeri del clima spiegati dai Fridays for future

“Ci sono pochi momenti nella storia dove le voci dei singoli sono amplificate in momenti così cruciali, ma Greta Thunberg è diventata un vero e proprio leader della nostra epoca” ha scritto DiCaprio in un post su Instagram dove i due appaiono rilassati, quasi complici, con una Greta che sfodera un sorriso mai visto prima.

“La storia ci giudicherà per quello che facciamo oggi per garantire che le future generazioni possano godere dello stesso pianeta vivibile che abbiamo chiaramente dato per scontato. Spero che il messaggio di Greta sia una sveglia per tutti i leader mondiali che il tempo dell’inazione è finito“, ha proseguito l’attore. “È per i giovani attivisti come Greta che sono ottimista su cosa ci riserverà il futuro”.

Leggi anche: Leonardo DiCaprio. Una vita per la vita del nostro Pianeta


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da LifeGate (@lifegate) in data:

Cosa attende Greta Thunberg

Malgrado il momento di leggerezza immortalato da questa foto, davanti a Greta Thunberg ci sono ancora molti ostacoli da superare.

La giovane attivista era giunta negli Stati Uniti a bordo di una barca a vela completamente sostenibile più di un mese fa, in vista di alcuni importanti eventi della settimana del clima, quali il summit sul clima delle Nazioni Unite, che si è tenuto a New York alla fine del mese di settembre, e il terzo sciopero mondiale per il clima, che ha chiuso la climate week. Da lì avrebbe dovuto raggiungere Santiago del Cile per partecipare alla Cop25, la venticinquesima Conferenza mondiale sul clima dell’Onu.

Sfortunatamente, a causa dell’ondata di proteste che sta attraversando il paese, il Cile non potrà ospitare l’evento, che è stato spostato a Madrid dal 2 al 13 dicembre.

Thunberg ha dichiarato di aver “viaggiato per mesi nella direzione sbagliata” e di essere “alla ricerca di un’imbarcazione” per poter tornare in Europa in tempo”, ma nonostante le vicissitudini, Greta non demorde e ha già annunciato per il 29 novembre il quarto sciopero mondiale per il clima, che si terrà giusto pochi giorni prima dell’inizio della Cop25.

Articoli correlati