Hotel Rwanda

Un film duro e tragico, che narra una vicenda che non si deve dimenticare, il genocidio dei tutsi da parte degli Hutu.

Paul Rusesabagina, direttore Hutu del lussuoso albergo di
proprietà belga a Kigali non può far finta di niente: da
un lato vorrebbe solo salvare la moglie Tutsi e i propri figli, ma
di fronte alla carneficina che ha luogo ovunque, al di fuori del
Milles Collines, decide di trasformare l’hotel nell’ultima
roccaforte in cui riuscirà a dare asilo e a salvare oltre
mille Tutsi.

Un film duro e commovente, di fronte a cui si avverte, pesante,
l’imbarazzo del silenzio, dell’indifferenza di chi considera gli
africani solo degli africani. Da vedere per sapere, per non
dimenticare.

Parte dei proventi della produzione cinematografica saranno
devoluti a favore dei sopravissuti.

Laura Vascellari

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
La strage dei bambini a Gaza nella foto vincitrice del World press photo 2024

Si chiamava Saly, aveva cinque anni. Nello scatto vincitore del World press photo 2024, il concorso di fotogiornalismo più importante al mondo, non si vede un centimetro del suo corpo senza vita. E non si vede nemmeno il volto della zia, Ines Abu Maamar, che lo stringe forte a sé. Mohammad Salem, fotografo dell’agenzia Reuters,