I colori della pelle, yin & yang

iSecondo la medicina cinese dello yin & yang, i colori della pelle sono indicativi di una serie di patologie che affliggono i nostri organi interni

La medicina cinese, i colori e i cibi nello yin & yang , una guida al benessere. Il colore rosso della pelle è sempre sintomo di
scompensi circolatori e del cuore, che fanno affluire maggior
sangue nei capillari.
Secondo la medicina cinese, quando l’arrossamento è cronico
la causa dipende da un’alimentazione in eccesso di yin che provoca
un’espansione dei capillari periferici.
Dolciumi, alcolici, spezie o anche emozioni molto coinvolgenti come
piangere, urlare e ridere o d’imbarazzo improvviso con la loro
energia yin condizionano la circolazione sanguigna periferica.
Il rossore del viso può anche dipendere da energia yang
(peperoncino, zenzero e in linea di massima tutti i cibi rossi),
oppure per intensa attività fisica, spavento improvviso,
emozioni forti o eccitamento sessuale. In tal caso il rossore
scompare appena la persona si “raffredda” e la respirazione e la
circolazione tornano a ritmi normali. Nell’altro caso, se non viene
modificato il regime alimentare il rossore sarà costante e
quindi diventerà cronico.

Il colorebianco o molto pallido della pelle denota sempre un
congestionamento o rigidità dei polmoni che provocano
blocchi o rallentamenti circolatori. Non a caso uno shock, una
mallattia polmonare cronica o disturbi circolatori provocano sempre
una pelle bianca!
Una pelle pallida indica anche livelli bassi di emoglobina, la
proteina che si occupa del trasporto di ossigeno e di ferro nel
sangue. Le cause sono un’alimentazione ricca di grassi e il
fumo.
Una scarsa circolazione sanguigna, secondo la diagnostica cinese,
può essere sintomo anche di disturbi intestinali e
stitichezza cronica, che provocano un ristagno di sangue nel tratto
intestinale.

Il colore giallo della pelle è sempre sintomo di
gravi disturbi del fegato e alla cistifelia, le sue cause possono
essere molteplici . La pigmentazione gialla viene provocata dalla
bile e dalle altre secrezioni epatiche .L’itterizia, il tifo e
l’epatite A sono l’esempio più noti di un forte disturbo
epatico che colora di giallo la nostra pelle.

Il colore marrone è sintomo di disfunzioni renali.
Infatti, il sangue, non filtrati bene dai reni, diventano
più scuri e pesanti. Le parti più colorate sono
quelle dell’area sotto gli occhi e nella parte superiore delle
guance.
Se il colore marrone è intorno al dorso nasale è
sempre segnale di un disturbo della milza, dello stomaco, del
pancreas e dell’eccessivo consumo di alimneti yin.

Il colore blu delle tempie, del dorso nasale e intorno agli
occhi, ci segnala che per una circolazione sanguigna inadeguata il
fegato, milza e stomaco sono freddi e stagnanti. Occore, in tal
caso, riscaldarli con una alimentazione yang.
Gabriele Bettoschi

Articoli correlati