Il 20 gennaio si celebrano i pinguini

L’obiettivo della giornata è quello di sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sullo stato di salute dei pinguini, minacciati dal cambiamento climatico.

I pinguini sono probabilmente gli uccelli più amati del mondo. Sarà per il loro portamento buffo che suscita simpatia, o per il piumaggio che ricorda un frac, o forse perché proviamo un moto di compassione conoscendo la loro incapacità di volare, fatto sta che “è praticamente impossibile guardare un pinguino e sentirsi arrabbiati” ha detto qualcuno.

 

pinguini africani

 

Proprio per celebrare questi goffi e irresistibili uccelli il 20 gennaio si festeggia la Giornata della consapevolezza sui pinguini. La giornata è nata per aumentare la consapevolezza dei rischi che corrono questi animali, minacciati soprattutto dal riscaldamento climatico che sta mettendo a dura prova la sopravvivenza dei pinguini in Antartide.

 

L’aumento costante delle temperature sta infatti sciogliendo letteralmente il loro habitat, l’eccessivo sfruttamento degli stock ittici, inoltre, sta riducendo le loro prede abituali. Questa giornata è anche l’occasione per approfondire la conoscenza sui pinguini, animali dalla vita sociale molto complessa.

 

Esistono diciotto specie di pinguini, la maggior parte delle quali vive nel sud del mondo e delle quali sette abitano nelle acque gelide dell’Antartide. Sulla terraferma i pinguini sono lenti e impacciati, ma nell’acqua si trasformano e sono capaci di evoluzioni incredibili a grandi velocità per catturare le prede.

 

I pinguini hanno “deciso” di abbandonare i cieli per trasferirsi in mare, si sono infatti evoluti da uccelli in grado di volare e piano piano si sono adattati alla vita acquatica. Il loro manto è diventato impermeabile, hanno assunto una forma idrodinamica e le loro ali, vestigia di un passato ormai lontano, sono state riciclate come pinne.

 

Secondo l’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn) due sono le specie di pinguino vulnerabili, mentre tre sono classificate come “quasi minacciate”. Complessivamente, gli uccelli marini sono più minacciati di ogni altro gruppo di uccelli, i loro status sono peggiorati più velocemente negli ultimi decenni, a causa dei cambiamenti climatici, della pesca eccessiva, dell’inquinamento e del degrado degli habitat.

 

piccoli pinguini

 

Secondo i conservazionisti per contrastare i declino dei pinguini è necessario istituire ampie riserve marine a protezione integrale nell’Antartico, per far sì che queste bizzarre creature continuino a “volare” sotto il pelo dell’acqua e a farci sorridere quando siamo tristi.

 

Articoli correlati