Il 21 maggio è la Giornata mondiale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo

Lo scopo della giornata è quello di sostenere la diversità, contribuendo a migliorare la comprensione e la cooperazione fra persone appartenenti a diverse realtà culturali.

Le culture umane offrono un’incredibile varietà di usi e costumi, perpetuando le tradizioni più disparate che possono sembrare assurde se osservate dall’esterno ma irrimediabilmente affascinanti.

 

nativi americani

 

Troppe volte assistiamo a giudizi scandalizzati, guidati dall’etnocentrismo, sui costumi “barbari” di altre culture, giudizi che di fatto rifuggono e vorrebbero annullare la diversità culturale. Tale diversità rappresenta una risorsa e come tale va preservata, per progredire è necessario che gli uomini collaborino e proprio le diversità rendono tale collaborazione più produttiva, in grado di generare idee nuove e non omologate.

 

Un’unica cultura renderebbe il mondo sterile e statico, eppure un processo simile è già in atto. Lo stile di vita occidentale è infatti in continua diffusione, non sempre per effettivo desiderio quanto per mancanza di alternative, molte civiltà si trovano dunque ad un bivio, adattarsi o scomparire.

 

inuit

 

Proprio per esaltare l’importanza dell’eterogeneità degli stili di vita il 21 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo. La giornata, istituita nel dicembre 2002 dall’assemblea generale delle Nazioni Unite, ha l’obiettivo di accrescere la consapevolezza globale dell’importanza del dialogo fra differenti culture.

 

“La diversità culturale stimola la creatività – ha dichiarato Irina Bokova, direttore generale dell’Unesco – investire in questa creatività può trasformare le società. È nostra responsabilità sviluppare l’istruzione e le competenze interculturali nei giovani per sostenere la diversità del nostro mondo e imparare a convivere in pace, tra lingue, culture e religioni diverse, per portare avanti il ​​cambiamento”.

 

culture

 

L’Unesco invita le persone di tutto il mondo a compiere un gesto a sostegno del dialogo e della diversità culturale, per aprire la propria mente e combattere gli stereotipi basta poco, ad esempio ascoltare musica di un altro paese o cucinare un piatto tradizionale di un’altra cultura, o imparare un proverbio tipico o un saluto.

Articoli correlati
Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro

La letteratura ha un potere immenso, semplici simboli convenzionali uniti in una certa maniera come in una formula alchemica danno vita a risultati sorprendenti, capaci di generare rivoluzioni non meno potenti di quelle dettate dalla scienza.