Orto

Consigli su come fare il compost di foglie secche in autunno

Ecco come trasformare le foglie cadute dagli alberi, da ingombrante rifiuto in una preziosa fonte di concime naturale: il compost di foglie.

di Mimmo Tringale

Perché fare il compost di foglie in autunno è importante

Con l’arrivo dell’autunno, orti e giardini vengono ricoperti da un manto di foglie cadute da alberi e arbusti. In genere, il loro destino è quello di finire nel cassonetto dei rifiuti o di essere bruciate; mentre potrebbero essere trasformate in prezioso humus. Anche perché le foglie degli alberi (conifere
escluse), grazie al rapporto ottimale tra carbonio e azoto, costituiscono un materiale particolarmente adatto per la preparazione del cumulo di compostaggio. Per ottenere buoni risultati è però necessario seguire alcuni accorgimenti poiché le foglie hanno tempi di degradazione e composizione molto differenti.

compost di foglie autunno
Le foglie degli alberi, grazie al rapporto ottimale tra carbonio e azoto, costituiscono un materiale adatto per la preparazione del cumulo di compostaggio.

Tempi di degradazione e composizione di alcuni tipi di foglie

In particolare, le foglie di faggio si degradano molto velocemente e apportano al compost soprattutto calcio; quelle di noce e di quercia richiedono tempi più lunghi e danno luogo a un terriccio più acido. A rapida degradazione sono anche le foglie di olmo, betulla e acero e in generale quelle degli alberi da frutto. Buona norma è comunque quella di utilizzare per il cumulo foglie di specie differenti in maniera da avere un
compost più equilibrato.

compost di foglie faggio degradazione
Quando si crea un cumulo di compostaggio con le foglie bisogna tenere conto dei diversi tempi di degradazione delle foglie. Il faggio, ad esempio, si degradano molto velocemente e apportano al compost soprattutto calcio.

Come fare il compost di foglie

Per stimolare il processo di trasformazione è inoltre consigliabile aggiungere le foglie quando sono ben bagnate; in caso contrario risulta difficoltoso inumidirle poiché l’acqua tenta a ruscellare sulla loro superficie. Un altro accorgimento consiste nell’aggiungere ramaglie triturate per facilitare l’aerazione della massa durante il compostaggio.

Un altro fattore necessario per la buona riuscita del compost è rappresentato da un elevato contenuto di sostanza organica, la cui presenza nel cumulo non deve essere inferiore al 40-50 per cento. In pratica, due terzi delle sostanze utilizzate per allestire il compost devono essere d’origine organica, il resto potrà invece essere costituito da terriccio.

Articoli correlati
Come conoscere e proteggere il suolo

Qualche consiglio pratico per conoscere, preparare e prendersi cura del suolo prima della semina adatto a chi coltiva le proprie piante sia in balcone che su un appezzamento di terreno.