Il Natale di Ungaretti

Gli splendidi versi che Giuseppe Ungaretti dedica al Natale.

Non ho voglia
di tuffarmi
in un gomitolo
di strade

Ho tanta
stanchezza
sulle spalle

Lasciatemi così
come una
cosa
posata
in un
angolo
e dimenticata

Qui
non si sente
altro
che il caldo buono

Sto
con le quattro
capriole
di fumo
del focolare

Questi versi, di Ungaretti che hanno come sfondo la prima guerra mondiale, sono
dominati dalla sofferenza e dalla stanchezza esistenziale del
poeta: il “gomitolo di strade” traduce con grande intensità
la fatica del vivere, l’impossibilità di vere relazioni con
il mondo esterno.
Solo il focolare sembra far dimenticare per un attimo il freddo
sconvolgente della trincea, che rende l’uomo a più di una
“cosa”.

 

Articoli correlati