Imprecazioni d’autore. 238 aforismi rabbiosi

Stampa Alternativa, Viterbo 2007

E lasciamoci andare! Sfoghiamoci! Arrabbiamoci! Non teniamoci
sempre tutto dentro!

Imprecazioni. Crude, crudeli, pungenti. Sono quelle che spesso
per pudore, per paura, per timidezza non riusciamo a pronunciare.
Sono quelle che spesso sentiamo frenate in un nodo alla gola, che
si fa sempre più grosso, insistente.

Una bella e originale opera di 238 imprecazioni di Mark Twain,
in lingua originale e con testo a fronte.
Colpi freddi su disparati temi: l?uomo, la politica, l?amore, le
amicizie ne sono solo esempi.

Aforismi apparentemente slegati, che in realtà si
uniscono in un fronte comune contro l?ipocrisia e la
vigliaccheria.
Aforismi che sono un momento di sospensione sulla menzogna che ci
circonda.

La lettura di questi frammenti così irriverenti, caustici
e mordaci si rivela catartica.
E? come se la rabbia che coviamo prendesse corpo e si liberasse per
un istante da quel nodo, talvolta così doloroso che ci
teniamo dentro, lì nella gola?

Qualcosa si muove durante la lettura piacevole e agile di
quest?opera: un anelito di verità. E allora perché
non provare a sentirlo? Buona lettura, soprattutto ai più
discreti e timorosi e vergognosi e a tutti coloro che solitamente
non osano imprecare.

Silvia
Passini

Articoli correlati
Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.

Jorge Amado. Cibo da leggere

“Queste sciocche trovano puzzolente la cipolla: che ne sanno loro di aromi puri? A Vadinho piaceva mangiare la cipolla cruda, e il suo bacio sapeva di fuoco”. Jorge Amado – Dona Flor e i suoi due mariti.

Gatto. Il Ragdoll

Nasce negli anni ’60 in California (Usa). La sua totale fiducia nell’uomo lo porta a rilassarsi completamente e ad abbandonandosi proprio come una bambola di pezza (Rag-doll).