India, attentato al mercato provoca 14 morti e numerosi feriti

Nello stato di Assam un commando armato ha aperto il fuoco sulla folla presente al mercato, uccidendo almeno quattordici civili. La polizia segue la pista separatista.

Durante la mattina di venerdì 5 agosto, nella città indiana di Kokrajhar, nello stato dell’Assam, un commando armato ha sparato sulla folla accalcata nel mercato cittadino. Il primo bilancio, diffuso dall’agenzia di stampa Ani, parla di almeno quattordici morti e circa venti feriti ma il numero, secondo i media locali, sarebbe destinato a salire.

 

Scene di terrore nello stato di Assam
I terroristi hanno sparato sulla folla presente al mercato uccidendo almeno quattordici persone (foto: Ani)

 

Scontro a fuoco con le forze dell’ordine

Arrivate sul posto le forze dell’ordine hanno aperto il fuoco sui terroristi, riuscendo ad uccidere uno degli assalitori dopo una sparatoria durata circa venti minuti. Secondo le ricostruzioni il commando sarebbe stato composto da tre o quattro uomini armati con fucili d’assalto AK-47 che, oltre a sparare sulla folla, hanno lanciato anche una granata che ha devastato tre negozi. Dopo aver trasportato i feriti negli ospedali vicini la zona è stata transennata dalla polizia e dall’esercito per cercare gli aggressori fuggiti.

 

Mercato in India
Verdura esposta al mercato di Kokrajhar, nello stato dell’Assam

 

Pista separatista

Mukesh Sahay, direttore nazionale della polizia di Assam, ritiene che l’attacco sia opera del Fronte nazionale democratico del Bodoland (Ndfb), gruppo separatista che lotta per istituire uno stato indipendente per l’etnia Bodo che vive nello stato di Assam. Se la pista fosse corretta l’attentato avrebbe anche una valenza simbolica, vista la prossimità del Giorno dell’Indipendenza che si celebra il 15 agosto. Già nel 2014, sempre nello stato di Assam, i guerriglieri dell’Ndfb uccisero oltre sessanta persone appartenenti alla comunità tribale Adivasi.

 

Militari indiani
Le forze dell’ordine di Assam hanno dato vita ad uno scontro a fuoco con i terroristi uccidendone uno

 

Nessuna rivendicazione

L’attacco non è comunque stato rivendicato da nessun gruppo, però le forze dell’ordine hanno dichiarato di aver arrestato pochi giorni fa alcuni membri del Ndfb, il gruppo avrebbe inoltre minacciato pubblicamente la National Investigation Agency (Nia), l’agenzia antiterrorismo istituita dal governo indiano nel 2009.

Articoli correlati
Nell’Iran di Raisi i giovani sono più esclusi che mai

Mentre la vittoria di un presidente conservatore in Iran era prevista, la società non crede più che il proprio voto possa fare la differenza. Ne abbiamo parlato con la giornalista Cecilia Sala e alcuni studenti iraniani.