Clima, rinviata al 2022 la pubblicazione del nuovo rapporto dell’Ipcc

Il nuovo rapporto dell’Ipcc avrebbe dovuto garantire nuovo impulso ai negoziati sul clima in vista della Cop 26 che si terrà nel 2021 a Glasgow.

Il coronavirus e la conseguente pandemia continuano a creare enormi problemi sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici. Già all’inizio del mese di aprile, la ventiseiesima Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite (Cop 26) era stata dapprima annullata per le date previste. Quindi è stata posticipata di un anno: l’evento si terrà nel novembre del 2021 a Glasgow.

Dopo il fallimento della Cop 25 il rapporto Ipcc era fortemente atteso

Allo stesso modo, il 12 agosto un’altra scadenza cruciale per i negoziati internazionali sul clima è stata rimandata. Si tratta della presentazione del prossimo rapporto del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (Ipcc), che sarà pubblicato soltanto nel 2022. L’impossibilità di proseguire i lavori con le modalità e i ritmi previsti ha infatti costretto l’organismo delle Nazioni Unite a rinviare i lavori di stesura della valutazione scientifica. Che normalmente viene realizzata ogni 6-7 anni.

cop 25
La Cop 25 si è conclusa con grande delusione a Madrid © Claudia Vago

Anche in vista della Cop 26 si tratta di una notizia decisamente negativa. In molti speravano infatti che la pubblicazione del rapporto dell’Ipcc prima della conferenza potesse garantire un nuovo impulso ai negoziati, dopo la Cop 25 di Madrid che si è risolta in uno stallo sulla maggior parte delle questioni aperte.

Articoli correlati
Il clima entra nel piatto: riscaldamento globale e food si influenzano a vicenda

Cambiamenti climatici e alimentazione: come si influenzano a vicenda? È il riscaldamento globale a rendere necessari metodi di coltivazione sempre più aggressivi o, all’opposto, è un’agricoltura troppo intensiva ad aver peggiorato la situazione ambientale globale? Anche di questo si è discusso nella tavola rotonda Corretta alimentazione e sostenibilità ambientale che si è svolta lo scorso 1 ottobre al Salone della Csr e dell’innovazione sociale presso l’università Luigi Bocconi di Milano.