Crisi: la si combatte a piedi o in bicicletta

Sconfiggere la crisi assieme alla mobilità sostenibile .

Investire nella sicurezza e nello sviluppo di strade a prova
di pedoni e biciclette è il primo passo per sconfiggere la
crisi economica e rilanciare i consumi. A giungere a questa
conclusione è uno studio del dipartimento dei Trasporti di
New York dal titolo “Measuring the street: new metrics for 21st century
streets
“.

 

Il rapporto mostra come nei quartieri dove recentemente sono
state costruite piste ciclabili, il giro d’affari delle attività commerciali
è aumentato di quasi il 50 per cento.

 

Un risultato inevitabile per una città come New York
dove è quasi impossibile trovare un posteggio per auto nei
quartieri più alla moda e il traffico spesso smorza
l’entusiasmo anche degli amanti più sfrenati dello shopping.
Al contrario, dare la possibilità alle persone di legare la
bicicletta vicino al negozio desiderato funge da stimolo per fare
un giro senza perdere troppo tempo.

 

Benjamin Franklin coniò il detto: “Ricorda che il tempo
è denaro”. Perché sprecarlo all’interno di quattro
lamiere?

Articoli correlati