Londra, attacco al parlamento a Westminster. Quattro vittime, attentatore abbattuto

Spari di fronte alla sede del parlamento britannico a Westminster, a Londra. La polizia: “Almeno 4 morti e 20 feriti”. Gli aggiornamenti in diretta.

23 marzo, 10:00 – Sette persone sono state arrestate in raid condotti dopo l’attacco a Westminster nelle città di Birmingham e Londra e in altre parti del paese. Il capo dell’antiterrorismo di Scotland Yard, Mark Rowley ha dichiarato: “Le indagini a Birmingham, Londra e altre parti del paese continuano. Ci portano a credere che l’attentatore abbia agito da solo, ispirato dal terrorismo internazionale. In questa fase non abbiamo informazioni specifiche riguardo ad altre minacce alla sicurezza”. Rowley non ha rivelato l’identità dell’attentatore ma ha confermato che è collegato agli arresti fatti a Birmingham.

 

23:35 – Si aggrava il bilancio dell’attacco. La polizia ha fatto sapere che i morti sono quattro, ai quali si aggiunge l’attentatore. Una quarantina i feriti, di cui molti in condizioni gravi. Il primo ministro inglese Theresa May ha parlato di “attacco terroristico brutale e perverso”.

21:30 – Attorno alle 21, ora italiana, i 400 parlamentari presenti alla Camera dei Comuni sono stati fatti uscire dall’edificio.

20:49 – Channel 4 ha fatto il nome di Abu Izzadeen, indicandolo come l’attentatore ucciso a Londra. Si tratta di un noto predicatore, ma il suo avvocato ha smentito il convolgimento comunicando all’emittente Abc che il suo assistito è in carcere e pertanto non può aver commesso il fatto.

20:15 – La Bbc ha pubblicato un primo video degli attimi successivi all’attacco.

  19:30 – Le informazioni fornite finora sull’attacco di Londra

  • Il capo dell’antiterrorismo inglese, Mark Rowley, ha comunicato un primo bilancio: le vittime sono quattro, tra le quali un poliziotto e lo stesso attentatore
  • La stessa polizia ha fatto sapere che i feriti sono circa venti.
  • Appare ormai chiaro che i due attacchi, quello sul ponte di Westminster e quello a Old Palace Yard, l’ingresso principale del parlamento inglese, sono stati perpetrati dalla stessa persona.
  • La pista terroristica è quella privilegiata dagli inquirenti britannici.
  • Non è nota l’identità dell’attentatore.

19:02 – La polizia di Londra si è nuovamente espressa, fornendo un primo bilancio: “L’attacco ha provocato la morte di quattro persone, tra i quali figura un agente della polizia e lo stesso attentatore. I feriti sono almeno venti”.

18:41 – Sky News afferma che un agente sarebbe stato ucciso nel corso dell’attacco. Una donna, inoltre, è stata ripescata dai soccorritori nel Tamigi, in gravi condizioni.

18:31 – Il comandante della polizia di Londra ha dichiarato davanti ai giornalisti: “Chiedo ai cittadini di evitare tutta l’area. Chiunque abbia delle immagini dell’episodio le trasmetta alle forze dell’ordine”. Non è stato tuttavia tracciato un bilancio provvisorio dell’attacco in termini di vittime. Neanche il numero di presunti terroristi che hanno partecipato all’attacco è stato confermato.

18:13 – Secondo Sky News ci sarebbe una seconda persona morta. Faceva parte dei feriti più gravi. Si attende a breve una prima dichiarazione ufficiale della polizia.

Londra attacco parlamento
La polizia ha circondato ed evacuato l’area attorno al parlamento di Londra ©Jack Taylor/Getty Images

18:10 – La mappa dei luoghi dell’attacco pubblicata dalla Press Association.

18:06 – Secondo quanto riferito dall’agenzia Reuters, i servizi sanitari londinesi parlano di “almeno dieci feriti” sul Westminster Bridge.

17:55 – Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha confermato che la polizia tratta l’accaduto “come un attacco terroristico, almeno fino a prova contraria”.

17:49Facebook ha attivato il Safety Check per permettere alle persone che si trovano a Londra di informare parenti e amici che si trovano al sicuro. Intanto una fonte medica dell’ospedale St. Thomas di Londra ha definito “catastrofiche” le condizioni di alcuni feriti.

17:43 – Il momento in cui i lavori del parlamento britannico sono stati sospesi e al personale è stato chiesto di rimanere all’interno dell’edificio.


Poco prime delle 15 ora locale (le 16 ora italiana) sono state sentite detonazioni che si crede fossero colpi di arma da fuoco fuori dal Palazzo di Westminster, dove hanno sede le due camere del parlamento del Regno Unito, nel cuore della capitale, Londra. La sessione della Casa dei comuni che era in corso è stata sospesa e l’edificio è stato blindato. La polizia lo sta trattando come un attacco terroristico.

westminster
Feriti nelle vicinanze del Palazzo di Westminster © Carl Court/Getty Images

Una donna è morta e secondo quanto dichiarato da David Lidington, leader della Casa dei comuni, la polizia ha sparato all’attentatore. Si pensa che l’uomo abbia prima percorso il ponte di Westminster in auto investendo alcuni pedoni per poi schiantarsi contro i cancelli del palazzo. Da qui è corso verso il palazzo e ha pugnalato un membro delle forze dell’ordine.

Sono state riportate dozzine di feriti sul ponte di Westminster. Il primo ministro britannico Theresa May è al sicuro. La stazione della metro di Westminster è stata chiusa.

Scotland Yard, la polizia londinese, ha postato un tweet dichiarando: “Siamo stati chiamati attorno alle 14:40 su segnalazione di un incidente a Westminster Bridge. Lo stiamo trattando come un incidente da arma da fuoco – la polizia è sul posto”:

Alcune delle persone che si trovavano all’interno del Palazzo di Westminster hanno riportato di aver sentito degli spari. Tom Peck della testata The Independent ha pubblicato un tweet: “C’è stata una forte esplosione. Urla. Confusione. Poi il rumore di spari. Polizia armata ovunque”:

Articoli correlati