Maltese, il cagnolino bianco che viene dal mare

Il maltese è un cane molto popolare, non solo per il suo aspetto aggraziato, ma anche per il suo carattere vivace. Le caratteristiche e le cose da sapere su questa razza affascinante.

Il maltese è un autentico “peso mosca” delle razze canine. Ed è anche, al momento, una delle razze più popolari e ricercate in Italia al pari di altri piccoli cani come il carlino o il chihuahua. Cane aristocratico e leggiadro, rappresenta l’emblema vivente dell’aristocrazia canina. Il nome di questo piccoletto dal pelo candido arriva direttamente da Malta, anche se la reale discendenza della razza da questo angolo del Mediterraneo è decisamente da dimostrare. Sembrerebbe, infatti, che i piccoli cani bianchi arrivino invece dall’isola adriatica di Meleda o da quella siciliana di Melita. Natali incerti, dunque, per cani che sicuramente sono stati diffusi nel cosiddetto Mare Nostrum già dall’antichità. E che sono stati per anni considerati una razza “italiana” a tutti gli effetti. Ad ogni modo, sembra che nei tempi andati il piccolo, ma agguerrito maltese avesse il compito di tenere lontani i topi da navi e magazzini: forse per questa ragione il candido cagnolino era diffusissimo in isole con economia prevalentemente marinara.

Leggi anche:

maltese
Il maltese è un cane simpatico e molto vivace © Ingimage

Le caratteristiche del maltese e le cure di cui ha bisogno

I maltesi, oltre ad essere utili per le loro doti da cacciatori di piccoli roditori, erano particolarmente amati dalle donne e nel corso dei secoli hanno sempre accompagnato le signore come simbolo di ricchezza ed eleganza, diventando i tipici cani “da borsetta” di aristocratiche e gentildonne. Non c’è da stupirsi di questa predilezione poiché la razza brilla proprio per le sue dimensioni ridotte e perfette, per la corporatura agile e compatta e soprattutto per il pelo bianco, lungo, folto, morbido, ben distribuito in tutto il corpo.

Il suo mantello deve essere curato e spazzolato quotidianamente con particolare attenzione per mantenerne lucidità e setosità, soprattutto nei mesi estivi in cui il pelo può diventare arido e privo di vita. L’uso di shampoo idratanti e di un buon balsamo che conferisca tono e lucentezza può diventare quindi indispensabile alla bellezza del piccolo maltese. Si inizia, quindi, da una scrupolosa quanto attenta spazzolata, che dovrà concludersi con l’uso del pettine per districare nodi e grovigli eventuali. Il bagno va programmato almeno una volta ogni dieci giorni (ma è buona regola servirsi di uno shampoo secco negli intervalli, soprattutto se il cagnolino si è sporcato o ha razzolato molto in giardino) e va sempre seguito dall’applicazione del balsamo.

maltese
Un cucciolo di maltese di due mesi © Pixabay

Per quel che riguarda il carattere, la razza è nota per vivere in costante empatia con gli esseri umani e la famiglia che la ospita. “Il maltese ama seguire il suo compagno umano, è sempre allegro, poco aggressivo e ben si adatta ai bambini, con cui ama giocare e passeggiare.  un cane intelligente e ubbidiente e viene spesso citato per essere una delle razze con la maggiore capacità di apprendimento e adattamento”, spiegano all’allevamento Cucce felici.

La salute del maltese

Cane che gode generalmente di buona salute, il maltese si distingue per la sua vivacità e per la sua estrema adattabilità. Lo standard di razza prescrive un’altezza al garrese variabile tra i 21 e i 25 centimetri per il maschio. La femmina, invece, oscilla fra i 20 e i 23 centimetri. Il peso varia tra i 3 e i 4 chilogrammi per un razza che si certifica come maneggevole e, in tutto e per tutto, da appartamento. Uno dei problemi a carattere ereditario del maltese può essere la lussazione della rotula, patologia caratterizzata da una leggera deformazione della tibia e della rotula (articolazione di un ginocchio o di entrambi), per cui il legamento rotuleo si muove verso l’interno/esterno quando si piega il ginocchio, facendo bloccare l’articolazione e causando zoppia. In base alla gravità della deformazione, la zoppia può avere diversi gradi, comparire solo in alcune occasioni o essere costante. Una visita ortopedica e i consigli dello specialista saranno importanti per poter prevenire e curare la patologia nel corso del tempo.

maltese
Il maltese va abituato alla toelettatura periodica fin da piccolissimo © Ingimage

Il mantello lungo e sericeo della razza può determinare piccoli problemi come la congiuntivite, dovuta ai peli che, quando sono sporchi, possono entrare in contatto diretto con gli occhi, causando infezioni. È buona norma, quindi, mantenere il pelo vicino a questa zona più corto, in modo da evitare possibili problemi, ed effettuare una pulizia regolare della zona perioculare con un batuffolo di cotone e dell’acqua borica. Un’altra zona da curare con particolare attenzione sono le orecchie, che vanno accuratamente e periodicamente controllate e pulite per evitare possibili problemi auricolari.

Articoli correlati