Nelle morbide colline delle Langhe tra vino e arte

Abbiamo girato le Langhe e vi suggeriamo un itinerario che tra borghi sognanti tocca moderne cantine dalle architetture innovative e vi fa incontrare artisti che interpretano con maestria questa terra. Luoghi imperdibili per chi ama il vino, ma non solo.

Le terre del vino in Italia sono tante, tutte diverse raccontano la cultura di chi le abita e la passione dei produttori che trasmettono nei loro vini di qualità, apprezzati in tutto il mondo.

 

Nei comuni della zona vengono prodotte alcune delle eccellenze italiane: Barolo, Barbaresco, Nebbiolo, Dolcetto, Barbera che ritroverete anche nel Padiglione del Vino a Expo Milano 2015.

 

Li abbiamo assaggiati sul luogo arrivando nelle Langhe percorrendo strade secondarie, per godere meglio dei paesaggi, dei piccoli borghi che s’incontrano e fare tappa in alcuni per degustare i primi vini o assaggiare le specialità culinarie della zona.

 

Langhe ©SimonaDeniseDeiana

 

La nostra prima tappa è Alba: godetevi il centro, la graziosa chiesa di San Domenico e, se amate Beppe Fenoglio, che descrisse questi luoghi, visitate il centro studi a lui dedicato. Poco fuori Alba, potete prenotare una visita con degustazione alle cantine Ceretto: sono un luogo incantevole anche se non amate il vino: all’antico casolare in Località San Cassiano si è aggiunta un’area moderna dal design innovativo che culmina in una grande bolla ovale sospesa tra le vigne che rappresenta un acino d’uva. Fatevi accompagnare da Edoardo e degustate i vini della cantina volgendo lo sguardo ai vigneti. Dal 2010 qui si segue l’approccio biologico e biodinamico in 30 dei 130 ettari di terreni, con l’obiettivo di arrivare a coltivare nel rispetto dell’ambiente tutta la superficie.

 

Cantina Ceretto ©SimonaDeniseDeiana

 

Lasciata la cantina, immancabile è una visita alla Cappella di Sol Lewitt e David Tremlett: un mosaico di colori vivaci che non possono non stupirvi.

 

Cappella Lewitt ©SimonaDeniseDeiana

 

Se poi cercate un luogo dove alloggiare che non sia semplicemente un bed and breakfast ma racchiuda in sé arte, cortesia e amore per la terra dei suoi proprietari, scegliete l’Atelier di Pierflavio Gallina a La Morra : è un’elegante dimora di campagna che è anche lo studio di un artista che racconta nelle sue opere il territorio, i suoi autori, Cesare Pavese tra tutti, le sue atmosfere. Un sogno.

 

Proseguite dirigendovi a Serralunga, dove sul colle spicca un maniero unico esempio di costruzione difensiva rimasta in zona e fate poi tappa a Castiglione Falletto per visitare la sua roccaforte militare e mangiare a La Terrazza, solo se avete prenotato per tempo però…

 

Terminate il vostro giro a Barolo dove è nato nel 2010 il WiMu Wine Museum, che “..propone un viaggio interattivo ed emozionale attraverso la cultura e la tradizione del vino, prodotto culturale capace di scandire l’evoluzione di civiltà intere, influenzare l’espressione artistica e plasmare il volto di territori e popoli…”

 

Solo pochi consigli per conoscere una terra che racchiude molto di più di ciò che vi abbiamo raccontato: fatevi stupire, vagate anche senza una meta precisa e innamoratevi delle dolci colline delle Langhe capaci di produrre la meraviglia del vino.

 

Articoli correlati
Hollywood Icons in mostra a Roma, ovvero come nasce una stella del cinema

I 161 ritratti provenienti dalla Fondazione John Kobal e inclusi nella mostra romana “Hollywood Icons” visitabile sino al 17 settembre al Palazzo delle Esposizioni, illustrano i segreti della fotografia di scena e il suo ruolo nel meccanismo mediatico di creazione dei divi hollywoodiani dagli anni Venti in poi.