Omeopatia

Alterazioni dell’umore, ecco quali rimedi omeopatici sfruttare e le loro dosi

L’omeopatia può fornirci rimedi naturali per molte malattie. Ecco alcuni rimedi omeopatici per alterazioni dell’umore come crisi d’ansia e stati maniacali

Le alterazioni dell’umore possono alla lunga manifestarsi con disturbi fisici e, al contrario, situazioni di invalidità o di handicap possono influenzare la sfera emotiva e il carattere di una persona, modificando negativamente la sua stessa qualità di vita e quella del nucleo familiare in cui vive.

I rimedi omeopatici per le alterazioni dell’umore

Molto può essere fatto in questo senso dalla Medicina Omeopatica che, dal suo nascere, prende in considerazione la molteplicità di manifestazione dei disturbi fisici e mentali dell’individuo.Il Dr. Davide Chiocchia, omeopata e agopuntore di Milano indica quali sono i principali rimedi per le alterazioni dell’umore:

Hyoscyamus Niger 200 Ch

Hyoscyamus Niger  è cosigliato per alterazioni dell’umore come manifestazioni, soprattutto notturne, con spasmi, contrazioni, irrigidimenti, tremori e/o convulsioni, stati maniacali con crisi acute di paure e sospetti patologici, tosse spasmodica, verbosità irrefrenabile. 1 tubo dose al giorno, fino a miglioramento dei sintomi

Scutellaria Laterfolia

La Scutellaria Laterfolia è efficacie contro le alterazioni dell'umore grazie alle sue proprietà sedative.
La Scutellaria Laterfolia è una pianta originaria del Nord America. La sua efficacia contro le alterazioni dell’umore è dovuta alle sue proprietà sedative. (foto di Jack Milton/Portland Press Herald via Getty Images)

La Scutellaria Laterfolia è molto efficace per gli stati di coinvolgimento emotivo continuo, caratterizzati da crisi acute di ansia, paura del futuro e stato ansiogeno cronico per il possibile verificarsi di calamità e disastri. Efficace sotto forma di Tintura Madre: 30 gocce diluite in un po’ d’acqua, da assumersi 2 volte al giorno

Bufo Rana 200 Ch

L’uso di Bufo Rana è indicato nei casi in cui a una situazione di handicap psico-mentale si associno anche di stati di epilessia e onanismo che creano problemi a tutta la famiglia.

Stramonio 200 Ch

Lo stramonio viene usato per curare asma bonchiale e alterazioni dell'umore
Lo stramonio è una pianta velenosa. Viene usato per curare asma bronchiale e alterazioni dell’umore. (foto di Arterra/UIG via Getty Images)

Lo stramonio risulta molto efficace per alterazioni dell’umore come stati di eccitazione e agitazione, manie di persecuzione acuta, delirio maniacale, esaltazioni mistiche. In fase acuta un tubo dose 1 volta al giorno, anche per 2 o 3 giorni, fino a remissione dei sintomi. In fase non acuta : 1 tubo dose alla settimana

Kali Phosphoricun 30 Ch

Kali Phosphoricun è il rimedio adatto a chi, assistendo il malato, soffre di insonnia, debilitazione sia muscolare, che mentale, stress con sensazione di totale svuotamento dell’essere : 5 granuli da sciogliere sotto la lingua 1 volta al giorno

Cypripedium Pubescens

Il Cypripedium Pubescens è  un ottimo rimedio omeopatico contro le alterazioni dell'umore
Il Cypripedium Pubescens è un una piante officinale diffusa in tutto il mondo. È un ottimo rimedio omeopatico contro le alterazioni dell’umore. (foto di Dan Kitwood/Getty Images)

Cypripedium Pubescens è adatto soprattutto nei casi di invalidità dovuta a incidenti, con grave stato depressivo, alternato con stati di irritabilità estrema, irrequietezza, assenza di sonno, tremori agli arti. Rimedio da somministrare sotto forma di Tintura Madre, 30 gocce in un po’ d’acqua, 2 volte al giorno.

Tilia Tomentosa

Tilia Tomentosa va assunta sotto forma di Tintura Madre, è calmante, sedativa, ansiolitica e rilassante anche per le tensioni muscolari. 30 gocce 2 volte al giorno

Articoli correlati
Effetto placebo, l’omeopatia applicata alle piante lo smentisce

Ricerche in laboratorio hanno dimostrato che i vegetali, immuni dall’effetto placebo, se trattati con medicinali omeopatici reagiscono diventando più resistenti e più ricchi di sostanze nutraceutiche. Ce ne parla Lucietta Betti, già ricercatore confermato e docente di patologia vegetale e micologia.