Oroscopo finanziario di febbraio 2014

In astrologia siamo alla resa dei conti e in questa fase si richiede maggiore senso di responsabilità, dettato da mosse caute e mature. In sintesi pochi mesi ancora di sofferenza e la ripresa dovrebbe essere all’orizzonte. Mercurio, pianeta della comunicazione, si posiziona fino al 7 di febbraio nel segno dei pesci, per poi entrare in retrocessione

In astrologia siamo alla resa dei conti e in questa fase si richiede maggiore senso di responsabilità, dettato da mosse caute e mature. In sintesi pochi mesi ancora di sofferenza e la ripresa dovrebbe essere all’orizzonte. Mercurio, pianeta della comunicazione, si posiziona fino al 7 di febbraio nel segno dei pesci, per poi entrare in retrocessione e ritornare dal 13 febbraio nel segno dell’acquario.

Mercurio nei pesci non si trova a suo agio, rallenta la sua velocità di risposta e di spostamento, mentre Mercurio in acquario fa parlare e movimentare le masse. La retrocessione di Mercurio in astrologia mondiale si traduce come un rallentamento di quello che possono essere i confronti costruttivi tra governi o tra i rappresentanti politici degli stessi governi, rafforza questa posizione l’aspetto negativo che Mercurio andrà di nuovo a formare con Saturno in scorpione, inconcludenza politica e ritorno a posizioni irragionevoli possono essere i risultati.

L’orbita che invece aiuta a portare speranza e apertura verso la ricostruzione economica è data dalla congiunzione del Sole con Nettuno in pesci ed entrambi in aspetto positivo con Marte in bilancia, e Giove in cancro. L’elemento acqua è preponderante e si traduce attraverso un’emotività ed affezione di massa, concentrata verso il rispetto per la condizione umana e familiare.

Per l’Italia, l’apparenza dei fatti risulta molto più negativa di quello che invece in forma politica più nascosta si andrà a delineare in modo costruttivo.

Nel grafico astrologico dell’Unione europea non mancheranno nervosismi, ma le prospettive lavorano a favore dei cittadini europei.

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
La strage dei bambini a Gaza nella foto vincitrice del World press photo 2024

Si chiamava Saly, aveva cinque anni. Nello scatto vincitore del World press photo 2024, il concorso di fotogiornalismo più importante al mondo, non si vede un centimetro del suo corpo senza vita. E non si vede nemmeno il volto della zia, Ines Abu Maamar, che lo stringe forte a sé. Mohammad Salem, fotografo dell’agenzia Reuters,