Peperoncini ripieni

La ricetta per preparare i peperoncini ripieni, con capperi e acciughe.

Ingredienti

peperoncini piccanti tondi

aceto

acciughe

capperi

olio extravergine di oliva

 

I quantitativi variano in base al numero di barattoli di conserva. Calcolare che ogni peperoncino va riempito con 2 capperi e 2 acciughe.

 

Preparazione

Lavare i peperoncini, privarli dei semini e delle nervature bianche. È necessario fare questa operazione senza rompere la parte rossa: utilizzare un piccolo coltello con cui incidere a cerchio tutta la parte che circonda il picciolo, quindi staccare il picciolo con i semi attaccati e svuotare delicatamente l’interno da quanto vi rimane. È consigliabile utilizzare dei guanti di gomma (del tipo usa e getta) per evitare che la pelle assorba la sostanza irritante del peperone. Bollire una quantità pari
di acqua e aceto, con una manciata di sale; buttare i peperoncini puliti e farli scottare per qualche minuto, senza cuocerli troppo. Scolarli e farcirli con i capperi avvolti nelle acciughe, aiutandosi con un cucchiaino per aggiustare il ripieno Disporre i peperoncini così farciti nei barattoli e ricoprirli completamente d’olio.

 

I barattoli vanno poi chiusi con tappi ermetici (in commercio si trovano diverse marche di barattoli con tappi usa e getta adatti allo scopo) e messi a bollire coperti d’acqua (il tappo deve rimanere sotto il livello dell’acqua per almeno un paio di
centimetri) per almeno 30 minuti. Lasciar raffreddare i barattoli nell’acqua, fino a che i tappi non si abbassano. Se il tappo, dopo raffreddato, si muove su e giù se premuto sulla parte superiore, significa che il barattolo non si è sigillato. In
tal caso, su quei barattoli, è opportuno ripetere la sterilizzazione, cambiando il tappo. Lasciare i barattoli a riposo almeno un mese prima di consumarli.

 

(Se il tappo dovesse gonfiorasi per produzione di gas interna significa che c’è la presenza di batteri e dunque il contenuto non va consumato).

Articoli correlati