Picasso torna a Milano con Metamorfosi, la mostra più attesa dell’autunno

Torna per la quarta volta a Milano Picasso, questa volta con le sue “Metamorfosi”: una grande mostra a Palazzo Reale per raccontare l’influenza dell’arte antica sulle opere dell’artista spagnolo.

La mostra più attesa dell’autunno milanese inaugura a Palazzo Reale il 18 ottobre ed è dedicata a Pablo Picasso, il genio spagnolo del Novecento che ha rivoluzionato il mondo dell’arte. Più di 200 opere per scoprire come il suo tratto, ancora moderno oggi, affondi le sue radici nell’arte antica: “Metamorfosi” apre la nuova stagione di mostre a Milano. Per partire al meglio.

Picasso e Milano, un amore condiviso

Milano ama Picasso. E molto. “Metamorfosi” che dal 18 ottobre al 17 febbraio 2019 sarà esposta a Palazzo Reale è infatti la quarta esposizione dedicatagli in città. Prima fra tutte fu quella incentrata su Guernica nella Sala delle Cariatidi nel 1953, un avvenimento eccezionale e un autentico regalo che Picasso fece a Milano; seguì, a distanza di quasi mezzo secolo, una grande antologica nel settembre 2001, quattro giorni dopo gli attentati alle Twin Towers, organizzata con la collaborazione degli eredi dell’artista; infine la rassegna monografica del 2012, che documentò in un grande excursus cronologico la varietà di tecniche e mezzi espressivi che caratterizzarono la produzione dell’artista spagnolo. Ora, il Pablo Picasso che viene indagato grazie alla coproduzione a cura di Milano Cultura e Mondo mostre Skira, è quello che per creare opere moderne e uniche, attinge dalla tradizione, dall’arte del passato e queste influenze, queste fonti di ispirazione sono rappresentate in “Metamorfosi” grazie ad alcuni pezzi provenienti da grandi musei come Musée National Picasso, il Musée du Louvre di Parigi,  i Musei Vaticani di Roma, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Musée Picasso di Antibes, il Musée des Beaux-Arts di Lione, il Centre Pompidou di Parigi, il Musée de l’Orangerie di Parigi, il Museu Picasso di Barcellona.

Picasso Milano mostra
Pablo Picasso Suonatore di flauto doppio seduto, 1958 terracotta, 126,5×125,5×2 cm Paris, Musée National Picasso Credito fotografico:© RMN-Grand Palais (Musée national Picasso-Paris) /Gérard Blot/ dist. Alinari copyright: © Succession Picasso, by SIAE 2018

Metamorfosi, una mostra in sei passi

I temi e i miti dell’antichità sono stati d’ispirazione anche per Pablo Picasso che non vi ha però attinto in modo banale e didascalico ma ha saputo trasformarli e reinventarli alla sua maniera, ecco perché “Metamorfosi”. Così nelle sale eleganti allestite a Palazzo Reale, accanto ai dipinti e ad altre forme d’arte create da Picasso, sono esposte ceramiche, vasi, statue, placche votive, rilievi, idoli, stele che lo hanno ispirato e profondamente influenzato nel corso della sua carriera.

Si tratta di un percorso, di un viaggio diviso in sei sezioni che indagano altrettanti temi: in Mitologia del bacio – Ingres, Rodin, Picasso l’attenzione è su un topos principe di tutta la storia dell’arte, declinato da tre grandi artisti; in Arianna tra Minotauro e Fauno sono al centro le sue creature fantastiche tra umano e animale, molto presenti nelle sue creazioni;  in Alla fonte dell’antico – Il Louvre si ripercorrono idealmente le sue visite al museo parigino e le influenze tratte dalle opere dell’arte antica lì esposte; Le “Demoiselles” del Dyplon: tra greci, etruschi e iberici celebra ancora il suo legame con le tradizioni artistiche delle culture precedenti; L’antichità delle metamorfosi ripropone la relazione tra Picasso e Ovidio di cui l’artista spagnolo illustrerò l’opera più celebre e infine in Antropologia dell’antico sono esposte le ceramiche di Picasso e quelle a cui si è ispirato.

Ancora una volta a Milano una mostra che si preannuncia eccezionale, quasi come il genio che racconta.

La mostra è aperta a Palazzo Reale di Milano con i seguenti orari: lunedì dalle 14:30 alle 19:30. martedì, mercoledì venerdì e domenica dalle 9:30 alle 19.30, giovedì e sabato dalle 9:30 alle 22:30; il biglietto costa 14 euro.

 

Articoli correlati