Respiro profondo, continuo e circolare

Il respiro deve essere profondo, continuo e circolare, proprio come quello degli animali e dei bambini. Ecco come praticarlo consapevolmente durante il giorno.

A cura di Milena Screm, fondatrice della scuola di counseling Insight di Milano

Tutti gli animali (in particolare i mammiferi) adottano questa tecnica del respiro circolare profondo e continuo. Anche noi umani respiriamo così … da bambini. Che cosa hanno in comune animali e bambini? L’istintività, l’assenza di attività mentale razionale. Infatti, proprio il raziocinio, che in parte fa di noi esseri di intelligenza superiore rispetto a quella animale, è anche la fonte di molte nostre tensioni e insicurezze che, già in tenera età, portano a inibire e ridurre involontariamente il respiro. Da bambini sani e vitali, passiamo a essere adolescenti, giovani e poi adulti che vivono in uno stato di perenne scarsità respiratoria.

Durante il sonno, quando la coscienza è disattivata e la vita è regolata solo da meccanismi fisiologici e da sfere profonde della psiche, sapete come respiriamo tutti? Profondo, continuo e circolare! Non accontentiamoci però di questo. Un po’ di più consapevolezza respiratoria, un po’ più di ossigeno anche durante il giorno non guastano, anzi.

respiro bambini animali
Il respiro istintivo dei bambini e degli animali è profondo, continuo e circolare. ©Ingimage

Come ristabilire un respiro profondo, continuo e circolare

Per incominciare a prenderci un po’ cura del nostro trascurato respiro, ecco qui di fianco un piccolo “decalogo della buona respirazione”: dieci regole semplici, da poter applicare in qualsiasi momento della giornata, che ci aiuteranno a stare meglio con noi stessi.

1. Ascoltare il proprio respiro

Ogni tanto, durante la giornata, porta l’attenzione al tuo respiro: ascoltalo, renditene conto. Puoi farlo in qualsiasi momento della giornata, anche se sei occupato in altre cose.

2. Inspirare profondamente

Ogni tanto, durante la giornata, approfondisci la tua inspirazione: fai almeno 5 respiri profondi (meglio 10). Puoi farlo in qualsiasi momento della giornata, anche se sei occupato in altre cose.

respiro profondo
Attraverso l’inspirazione si introduce l’ossigeno, vitale per le nostre funzioni fisiologiche. ©Ingimage

3. Respirare dolcemente

Quando respiri più profondamente, fallo in modo rilassato: non occorre che tu ti sforzi, inspira dolcemente e in maniera naturale.

4. Espirazione controllata

Quando respiri più profondamente, espira in modo rilassato: non buttare fuori l’aria, lascia che esca naturalmente.

5. Respiro circolare

Non fare pause o apnee tra inspirazione, espirazione, inspirazione, eccetera: crea un flusso costante e rilassato di entrata e uscita dell’aria.

6. Respirare dal naso o dalla bocca

Se inspiri dal naso, espira dal naso; se inspiri usando la bocca, espira dalla bocca: è diverso da quello che ti hanno insegnato, ma così ha effetti più salutari.

respiro naso
Diversamente da quanto ci hanno insegnato sin da piccoli, la respirazione da naso o bocca separati è più benefica. ©Ingimage

7. Il movimento del torace

Respira immaginando che la tua gabbia toracica sia una fisarmonica: si “apre” quando inspiri, si “chiude” quando espiri.

8. Cambiare il ritmo in base alle proprie esigenze

Respira con un ritmo lento, se ti vuoi rilassare; usa un ritmo più veloce, se ti vuoi ricaricare.

9. Lasciare fluire la negatività

Se hai uno stato d’animo poco piacevole (tristezza, disagio, ansia, nervosismo, preoccupazione o altro), espira immaginando che quello che provi “esca” e inspira immaginando che entri, insieme all’aria, gioia, tranquillità, pace, relax.

10. Concedersi una pausa

Trova almeno 10 minuti al giorno da dedicare a te stesso e al tuo respiro in completa tranquillità: per 10 minuti, stando disteso, respira pienamente e permetti che tutto il tuo corpo respiri, riposandosi e rigenerandosi.

Articoli correlati