Sbalzi caldo freddo, come salvarsi la salute con una pianta polinesiana: il noni

I continui cambi di temperatura “stressano” il nostro organismo. Abbiamo chiesto ad un’esperta di Guna alcuni consigli su come aiutarlo a restare in forma.

Anche quest’anno, come sta succedendo da qualche tempo, l’autunno si è presentato con un clima più mite di quello che dovrebbe essere; ce ne siamo accorti in particolare ad ottobre. I continui sbalzi tra caldo e freddo nel corso del giorno non giovano alla nostra salute, perché affaticano l’organismo e lo indeboliscono proprio quando deve dare il meglio di sé per affrontare i malanni di stagione. Ne abbiamo parlato con la dottoressa Barbara Aghina della direzione scientifica di Guna, azienda in cui si occupa in particolare di Nutraceutica Fisiologica, ossia di integratori alimentari che migliorano il nostro benessere psicofisico.

La dottoressa Barbara Aghina di Guna
La dottoressa Barbara Aghina di Guna

Dottoressa, perché questi sbalzi non fanno bene alla salute?
Essi stimolano un adattamento dell’equilibrio dell’organismo in tempi a volte troppo rapidi perché i sistemi dell’organismo riescano ad adeguarsi correttamente e in particolare uno dei sistemi che più ne risente è quello immunitario.

Come si può mantenere un benessere generale nel corso dell’inverno?
Una regola base è vestirsi a cipolla, mettendo e togliendo strati all’occorrenza, in modo da rendere meno traumatico per l’organismo adattarsi agli sbalzi di temperatura caldo /freddo. Una dieta ricca di frutta e verdura, poi, aiuta sempre a sostenere le nostre difese.

frutta per prevenire l'influenza
Una dieta ricca di frutta e verdura aiuta sempre a sostenere le nostre difese © ingimage

Ci sono inoltre degli integratori alimentari nutraceutici utili per affrontare la stagione invernale. Ad esempio esistono dei componenti integrativi di tipo vegetale come l’estratto del succo del noni, una pianta polinesiana conosciuta da molti anni, che ha proprietà antiossidanti e coadiuvanti di sostegno al benessere generale dell’organismo.

Il noni è presente in diversi integratori alimentari utili a mantenere il benessere psicofisico, che tende un po’ a scendere in questo periodo. Si trova nel Tonico Guna, e in uno sciroppo particolarmente utile per le vie respiratorie, Omeotoxnoni, ma, per le sue caratteristiche peculiari di aiuto e sostegno all’organismo, è anche uno degli ingredienti fondamentali di Colostrononi.

noni sistema immunitario
Il noni è energetico, analgesico e immunostimolante

A risentire parecchio degli sbalzi termici è anche l’apparato gastrointestinale e in particolare il microbiota, che tra le sue funzioni svolge anche quella di regolazione e di aiuto al sistema immunitario intestinale, e quindi influenza tutto l’organismo. Un buon equilibratore della flora intestinale è ProFlora, costituito da sei ceppi diversi di fermenti lattici probiotici microincapsulati gastroprotetti, associati a fibre prebiotiche, la cui sinergia è fondamentale per il giusto riequilibrio della microflora intestinale.

Articoli correlati
Rosa canina

“Un fiore che scintilla fra i cespugli come una stella preziosa”. Ha numerosi principi attivi ed è immunostimolante contro l’influenza e il raffreddore