Setter irlandese, l’eleganza fatta cane. Tutte le caratteristiche della razza

Il setter irlandese è un cane elegante e vivace: nato nella verde Irlanda è ormai famoso un po’ in tutta Europa per le sue indubbie qualità estetiche e comportamentali.

Il setter irlandese è un cane affascinante. E le ragioni sono diverse. A iniziare dal suo aspetto, dalla grazia innata dei suoi movimenti, dal carattere dolce e vivacissimo che ne contraddistingue il comportamento. Si tratta di un un cane di taglia media, che raggiunge un’altezza di 60-70 centimetri e un peso di 27/32 chilogrammi. Snello ed elegante, ha zampe e collo lunghi. Le orecchie sono pendenti e il muso è dalle dimensioni contenute, con uno stop (il salto tra la fronte e il naso al livello degli occhi) evidente e pronunciato. Ma ciò che identifica maggiormente la razza è lo splendido mantello, il cui colore può variare dal mogano scuro ad un rosso più chiaro. Il pelo, di lunghezza media, è appiattito e abbastanza liscio, ma può presentare una leggera ondulazione. Sulla parte posteriore delle zampe, sul petto e sulla coda è più lungo. Anche le orecchie presentano ciuffi di pelo setoso. Il setter irlandese è un cane nato per la caccia, robusto e con un’ottima salute. Gli esponenti di questa razza sono longevi e arrivano facilmente ai 14/15 anni e più d’età.

Leggi anche:

setter irlandese
Il setter irlandese è un cane elegante oltre che bellissimo, perfetto per chi ama le attività sportive all’aria aperta © Pixabay

La genesi della razza

Il setter irlandese nasce nella verde Irlanda e la sua selezione sembra risalire addirittura a prima di quella avvenuta per il setter inglese, di cui è parente strettissimo. La razza sembra trarre le sue origini dal bracco spagnolo, ma pare comunque che i progenitori del setter irlandese siano stati gli stessi di quello inglese, entrambi derivanti dall’incrocio di quei cani con l’antico epagneul. Secondo altre fonti, invece, la razza è stata ottenuta dalla selezione tra i setter rossi irlandesi e il bloodhound. Solo nel XIX secolo, precisamente nel 1886, il setter irlandese ha raggiunto uno standard definitivo, con i tratti distintivi conosciuti fino ai giorni nostri.

setter irlandese
Il bellissimo mantello del setter irlandese ha bisogno di cure particolari © Ingimage

Il carattere del setter irlandese e le sue passioni

“Il setter irlandese è un cane portato allo sport e alla caccia per la quale è stato selezionato specificatamente”, nota Bruno Ferrari, educatore cinofilo. “Si tratta di un amico vivace e giocherellone che ama il contatto con il proprietario e non sopporta la solitudine”. È un cane estremamente sensibile e di questo bisogna tener conto nel delicato periodo dell’infanzia e dell’adolescenza. Necessita di polso fermo e di una guida attenta e presente, ma compensa queste sue apparenti difficoltà caratteriali con una grande fedeltà, un attaccamento speciale al nucleo famigliare e la dolcezza che segna ogni aspetto della sua vita quotidiana.

“Si tratta di una razza particolarmente atletica. I setter irlandesi sono degli autentici maratoneti, portati per la corsa e molto resistenti all’attività sportiva intensa. Ciò ne fa dei compagni perfetti per tutti coloro che amano lo sport e il tempo libero trascorso con il proprio amico a quattro zampe”, prosegue Ferrari.

Leggi anche:

Il setter irlandese, nonostante la mole, non è assolutamente un cane da guardia. La sua indole affabile e la scarsa propensione all’abbaiare non lo rendono certo un animale adatto alla vigilanza e alla difesa personale e della proprietà. Particolare attenzione va prestata anche nel rapporto con i bambini piccoli. I cani di questa razza, infatti, sono spesso molto vivaci anche nella quotidianità in famiglia: un “assalto” troppo amichevole per dimostrare il proprio affetto potrebbe costituire un pericolo nei confronti di un bimbo.

setter irlandese
Selezionato per la caccia, il setter irlandese è ormai anche un perfetto cane da compagnia © Pixabay

Setter irlandese, la salute e le cure quotidiane

Il setter irlandese ha un metabolismo accelerato che lo porta ad avere naturalmente un aspetto magro ed elegantissimo. I cani di questa razza devono mangiare molto per compensare la loro tendenza innata al dimagrimento. Devono essere slanciati ed eleganti, flessuosi e naturalmente leggeri, con un’andatura svelta che ne caratterizzi il trotto e la corsa. Come molte razze di taglia medio/grande, tuttavia, anche i setter irlandesi possono soffrire di displasia dell’anca. Una visita dal veterinario ortopedico quando il cane è ancora giovane, quindi, potrà essere opportuna per prevenire la malattia e per attuare i giusti accorgimenti durante la crescita. Anche l’atrofia progressiva della retina può essere presente in questa razza e una periodica visita oculistica diventa basilare per il buon funzionamento e la salute degli occhi del setter irlandese.

Per quanto riguarda le cure periodiche, una speciale attenzione va riservata all’incantevole mantello che contraddistingue questi cani. La toelettatura, infatti, richiede un impegno particolare. Il pelo va controllato tutti i giorni per togliere detriti, residui vegetali e spighe e spazzolato a fondo almeno due-tre volte alla settimana. Il tutto deve rappresentare un impegno costante per il proprietario, visto che i setter irlandesi necessitano di un’attività sportiva intensa e regolare e, quindi, la presenza di corpi estranei sul mantello è all’ordine del giorno nella vita di questi magnifici cani.

Articoli correlati