Siria, i rifugiati sono oltre 2 milioni

Le persone scappate dalla Siria hanno superato i 2 milioni. Solo un anno fa i rifugiati erano 231mila secondo quanto riportato dall’Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite (Unhcr).

Un rifugiato ogni 15 secondi, 5mila al giorno, 1,8 milioni
negli ultimi dodici mesi. Sono questi i numeri della guerra civile
in Siria riportati dalle Nazioni Unite. Numeri impressionanti visto
che un anno fa i siriani che avevano attraversato il confine per
raggiungere altri paesi erano 230.671 mentre oggi
il totale ha superato i 2 milioni
.

 

“La Siria è diventata la più grande tragedia di
questo secolo. Un disastro umanitario vergognoso che ha causato
sofferenza e una migrazione senza precedenti nella storia recente”,
ha dichiarato Antonio Guterres, l’Alto commissario per i rifiugiati
dell’Onu.

 

“L’unica consolazione è l’umanità mostrata dai
Paesi vicini nell’accogliere e salvare le vite di così tante
persone” ha concluso Guterres commentando i dati del mese di agosto
che contavano 716mila rifugiati in Libano, 515mila in Giordania,
460mila in Turchia, 168mila in Iraq e 110mila in Egitto.

 

Non vanno dimenticati nemmeno i rifugiati interni, ovvero le
persone che hanno abbandonato le loro case pur senza aver
attraverso alcun confine. Queste sarebbero 4,25 milioni portando il
totale a oltre 6 milioni, quasi un terzo della popolazione
totale.

 

Una situazione che, tra le altre cose,
ha bisogno di sostegno anche economico
per essere gestita. Un
sostegno di gran lunga superiore rispetto ai fondi attualmente a
disposizione dell’Unhcr.

Articoli correlati